Zebre e Benetton Treviso praticamente fatte: la pattuglia italiana per la Guinnes Pro12

ph. Sebastiano Pessina

Nei prossimi giorni, forse già oggi, le Zebre annunceranno gli arrivi di Hennie Danillier e Andries Ferreira. Con i due giocatori sudafricani provenienti dai Cheetahs (che hanno firmato già da diverse settimane ma si attendeva il termine del Super Rugby per la comunicazione a stampa e tifosi) anche la rosa della franchigia federale è praticamente fatta, mentre quella del Benetton Treviso è stata di fatto chiusa in settimana con l’annuncio delle firme di Alberte Anae, Davide Giazzon, Ruggero Trevisan, Meyer Swanepoel, Salesi Manu e Jayden Hayward.
I biancoverdi hanno mutato pelle dopo una stagione davvero negativa, con un nuovo staff tecnico e una rivoluzione anche tra i dirigenti con l’addio di Vittorio Munari: sono partiti tanti azzurri (Ghiraldini, De Marchi, Cittadini, Rizzo, McLean, Barbieri solo per citarne alcuni…) mentre sono arrivati un nutrito gruppo di stranieri e diversi giocatori dall’Eccellenza, alcuni molto promettenti. Gli acquisti più importanti però potrebbero rivelarsi essere Alessandro Zanni, a lungo in predicato di andare all’estero anche lui, e i rientri di Favaro, Morisi e Minto, per diversi motivi indisponibili per quasi tutta la scorsa stagione.

Diversi nuovi inserimenti anche tra le Zebre, che hanno però mantenuto la loro ossatura. Un po’ di giovani sbarcano a Parma dall’Eccellenza da dove però è arrivato anche un Mirco Bergamasco in cerca di rilancio. E’ rimasto alla fine anche Tommaso Iannone, che aveva chiesto di tornare a Treviso. Anche qui “acquisti” importanti sono però alcune conferme: Van Shalkwyk e Leonard. Per Andrea Cavinato e Victor Jimenez il compito non semplice di confermare la crescita dello scorso anno con l’obiettivo di migliorarla aumentando il numero di vittorie.
Mercato chiuso o quasi per entrambe dicevamo. Sono 40 i giocatori già agli ordini di Umberto Casellato mentre la rosa bianconera conta oggi 39 atleti. Non è escluso qualche altro movimento in corso d’opera, soprattutto a Parma. E ora c’è anche il “caso Tebaldi”: troverà posto in una delle due franchigie?
Tra Benetton e Zebre si riequilibra il contributo alla nazionale: nonostante i non pochi stranieri arrivati e i tanti azzurri partiti a oggi Treviso conta comunque almeno 12 atleti che sono nel gruppo di Brunel, un paio in più per i bianconeri. Poi il campo ci dirà se qualcuno dei nuovi arrivi meriterà anche la maglia azzurra.

BENETTON TREVISO
Avanti:
Romulo Acosta, Albert Anae, Rupert Harden, Salesi Manu, Matteo Muccignat, Josè Francisco Novak, Matteo Zanusso, Giovanni Maistri, Bruno Mercanti, Franco Sbaraglini, Davide Giazzon, Marco Fuser, Antonio Pavanello, Tomas Vallejos Cinalli, Cornel Van Zyl, Leo Auva’a, Marco Barbini, Dean Budd, Paul Derbyshire, Simone Favaro, Mat Luamanu, Francesco Minto, Meyer Swanepoel, Alessandro Zanni
Trequarti: Edoardo “Ugo” Gori, James Ambrosini, Alberto Lucchese, Joe Carlisle, Sam Christie, Henry Seniloli, Enrico Bacchin, Michele Campagnaro, Luca Morisi, Andrea Pratichetti, Alberto Sgarbi, Angelo Esposito, Ludovico Nitoglia, Jayden Hayward, Simone Ragusi e Ruggero Trevisan.

ZEBRE
Avanti: Matias Aguero, Dario Chistolini, Andrea De Marchi, Luciano Leibson, Luca Redolfini, Lorenzo Romano, Andrea Lovotti, Tommaso D’Apice, Andrea Manici, Oliviero Fabiani, Marco Bortoloami, Quintin Geldenhuys, George Biagi, Andries Ferreira, Valerio Bernabò, Mauro Bergamasco, Filippo Cristiano, Filippo Ferrarini, Andries Van Shalkwyk, Samuela Vunisa, Jacopo Sarto
Trequarti: Bredan Leonard, Alberto Chillon, Guglielmo Palazzani, Luciano Orquera, Kelly Haimona, Edoardo Padovani, Gonzalo Garcia, Dion Berryman, David Odiete, Matteo Pratichetti, Leonardo Sarto, Mirco Bergamasco, Giulio Toniolatti, Giovanbattista Venditti, Giulio Bisegni, Michele Visentin, Tommaso Iannone, Hennie Daniller

L’articolo Zebre e Benetton Treviso praticamente fatte: la pattuglia italiana per la Guinnes Pro12 sembra essere il primo su On Rugby.