Women’s Rugby World Cup: Clamoroso, le Black Ferns eliminate!

wrwc2014_3

Si sta disputando la terza, e ultima, giornata dei Mondiali femminili di rugby in Francia. E iniziano a venir decise le quattro semifinaliste.

Si sta disputando la fase a gironi di una Coppa del Mondo spettacolare, con sfide equilibrate, buon rugby, anche duro, e un livello in generale in crescita. E la conferma è stato il finale della fase a gironi, con ben 7 squadre in corsa per le semifinali.

La prima a qualificarsi è stata l’Irlanda, che dopo aver battuto le Black Ferns aveva l’impegno più facile con le kazake. Vittoria netta, facile, e primo posto nel girone assicurato.

Più duro lo scontro diretto tra Inghilterra e Canada. Sfida equilibratissima, primo tempo con le britanniche avanti solo 6-5, canadesi che si riportano avanti 2 mete a zero a inizio ripresa e Inghilterra che torna avanti dopo quasi un’ora di gioco. E a 7 minuti dalla fine un calcio canadese impatta il match sul 13-13. Un pareggio che dà il primo posto all’Inghilterra per differenza punti, ma che mantiene vive le speranze canadesi.

Un pareggio che, tornando al gruppo A, elimina le campionesse in carica e dominatrici dell’ultimo decennio. La Nuova Zelanda, infatti, anche battendo con bonus gli USA non arriverebbe a 12 punti e, dunque, è fuori dalle semifinali, così come le americane. In serata, invece, la sfida tra Australia e Francia, decisiva sia per sapere chi sarà la vincitrice della pool c, sia per sapere chi sarà la quarta semifinalista.

WOMEN’S RUGBY WORLD CUP – TERZA GIORNATA
Ireland – Kazakhstan 40-5
Spain – Samoa 41-5
England – Canada 13-13
Wales – South Africa
New Zealand – USA
Australia – France

MONDIALI FEMMINILI 2014 – GIRONI

Pool A: Canada, England 12; Spain 5; Samoa 0
Pool B: Ireland 13; New Zealand, USA 6; Kazakhstan 0
Pool C: France 10; Australia 8; South Africa, Wales 0

Segui @Rugby1823 su Twitter

Seguici su Google+

Women’s Rugby World Cup: Clamoroso, le Black Ferns eliminate! é stato pubblicato su rugby1823.it alle 17:25 di sabato 09 agosto 2014.