Vosawai, il figiano italiano Blues: qui mi trovo molto bene

ph. Pino Fama

Chissà cosa avrebbe pensato se gli avessero detto che la prima partita della stagione celtica 2014-15 l’avrebbe giocata in Italia, ma con una maglia diversa. E in effetti vederlo in divisa Blues dopo gli anni a Treviso fa un certo effetto, ma la simpatia e la positività sono quelli di sempre.

“A Cardiff mi trovo molto bene, c’è davvero molta professionalità”, ha detto il terza linea dell’Italia nel corso della conferenza stampa post Zebre-Blues, match che ha giocato a numero otto dal primo minuto. “Il cambio di aria fa sempre bene, è giusto provare una nuova avventura, fare esperienza e vedere le cose da una prospettiva diversa. Inoltre oggi [domenica, ndr] è stato molto emozionante, perché proprio a Parma ho iniziato la mia carriera professionistica”.
Sulla partita vinta, invece, Vosawai si è detto contento per il risultato dei suoi, anche se gli errori non sono mancati. Qualche problema è arrivato in mischia ordinata, ma questo era preventivabile: “E’ uno dei punti di forza del rugby italiano, e i team esteri quando vengono a giocare qui in Italia sanno che sarà dura sotto questo aspetto”.
Infine, piccolo siparietto con coach Cavinato, che lo ha allenato ai tempi di Parma. Il tecnico delle Zebre parlando in conferenza stampa ha scherzosamente lamentato certe infrazioni di Vosawai staccandosi dalla mischia ordinata. Pronta la risposta di Vosawai, presente in sala: “Me lo hai insegnato te!”.

L’articolo Vosawai, il figiano italiano Blues: qui mi trovo molto bene sembra essere il primo su On Rugby.