Vittoria dell’Amatori Rugby Taranto U18 sul Monopoli

Vittoria!! L’Under 18 dell’Amatori chiude il campionato con una giornata d’anticipo. Già da domenica scorsa i ragazzi del Mar Piccolo avevano in tasca la vittoria. Solo per scaramanzia avevano evitato festeggiamenti e cali di tensione.

Sul sintetico del “Carrieri” di Monopoli i rossoblu si sono presentati decimati dagli infortuni e dalle squalifiche, ma con la concentrazione giusta e la voglia di dedicare la vittoria al loro timoniere assente durante la partita per motivi personali.

Che il Taranto avesse la voglia di vincere ancora è risultato lampante già dalle primissime battute. I rossoblu a spingere e gli adriatici, ordinati ma poco incisivi, nella loro metà campo. Va in meta al 10′ con una bell’azione in continuità diretta capitan Antonante che finalizza tra i pali uno slalom repentino. Semplice la trasformazione di Putignano. Accorcia su punizione il Monopoli, ma come si dice “repetita iuvant” ed il buon Antonante non se lo fa ripetere. Azione fotocopia e l’estremo tarantino che duplica la sua meta. A questo punto si sarebbero dovute affievolire le folate del Taranto invece i rossoblu non mollano la presa continuando a pressare costantemente ed esibendo una mischia ordinata davvero efficace. I pochi tentativi dei pesanti “verdi” s’infrangono sull’argine rossoblu. La meta del Monopoli nasce da un’ingenuità degli ionici. Punizione sui cinque, non si schiera la difesa ospite e c’è lo spazio per far infilare i 3/4 monopolitani. La segnatura dei padroni di casa è solo un modesto sbandamento, perché i rossoblu riprendono a tessere le proprie trame di gioco e, dopo una manciata di minuti, vanno nuovamente in meta. Rossi realizza di potenza la meta bonus coronando ancora una volta una bell’azione corale partita da ruck. Prima che il direttore di gara, sig. Giannoccaro, ordini il riposo c’è il tempo per un’improvvisa accelerazione di Verardi che da mischia ordinata vede lo spazio per insinuarsi nella rete difensiva avversaria e va in meta. Parziale di primo tempo 10-24.

La ripresa inizia con gli ionici nuovamente proiettati all’offensiva. In questa frazione di gioco è Labarbera ad esaltarsi agonisticamente. Coast to coast fra gli avversari e palla schiacciata per altri cinque punti. Rapida interpretazione del gioco e nuovamente la palla sul terreno oltre la linea bianca nell’area di meta. Il Taranto mantiene alto il ritmo in un confronto che vede gli avversari in difficoltà. Verardi, in velocità, detta il passaggio e si divincola dal tentativo di placcaggio di tre avversari segnando ancora. Di Giugno porta a casa gli ultimi punti del bottino giornaliero. Non vogliamo essere pignoli e rimarcare alcune carenze di gioco dei vincitori, per oggi va bene così.

Nell’aria frizzantina del pomeriggio pugliese il canto di vittoria d’ordinanza.

Il più facile è stato fatto, ora arriverà la vera prova del nove. Vinto il campionato ci si dovrà scontrare con le realtà consolidate, come quella abruzzese, prossimi avversari nella corsa al titolo nazionale. Siamo sicurissimi che i ragazzi del Mar Piccolo sapranno in ogni modo onorare i colori e la maglia che portano in dosso.

Per il taranto:

Antonante; La Neve(45′ Falco); D’Andria; Verardi E.; Picuno;Putignano; Giugno; Alvarado; Labarbera;Rossi; Grimaldi; Pulpo; Mele,Speciale (45′ Val);Pasquale.