[VIDEO] ITALIA, FURNO DALL’INIZIO PER DERBYSHIRE CONTRO SAMOA

specialolympicssamoa

IL FLANKER TOSCANO SI FERMA NEL CAPTAIN’S RUN, VOSAWAI IN PANCHINA

GHIRALDINI: “RIMBOCCHIAMOCI LE MANICHE, BATTAGLIA PER OTTANTA MINUTI”

Apia (Samoa) – L’Italrugby completa la preparazione al test-match di sabato contro Samoa con la tradizionale rifinitura della vigilia sul campo di gara: nel caldo afoso dell’all’Apia Park, dove la giungla fa capolino tra le tribune, capitan Quintin Geldenhuys guida i compagni nell’ultima seduta della settimana.

Domani alle 14.10 locali (3.10 del mattino in Italia) gli Azzurri scendono in campo nel secondo appuntamento della tournèe estiva affrontando per la sesta volta nella storia delle due Nazioni il XV samoano con una novità rispetto al XV titolare annunciato ieri dal CT Brunel: il flanker della Benetton Treviso Paul Derbyshire è costretto a rinunciare alla maglia numero sei da titolare da una lombalgia acuta che si manifesta in mattinata. Al suo posto, Brunel schiera Furno dal primo minuto mentre Vosawai prende posto in panchina.

Clicca qui per la video-cronaca della giornata e l’intervista a Leonardo Ghiraldini

Poi la rifinitura fila via veloce, senza ulteriori problemi se non il caldo afoso, con un’Italia concentrata in ogni fase di gioco, consapevole che contro Samoa sarà chiamata, con ogni probabilità, alla partita più dura del tour, contro un avversario di alto livello ed in condizioni climatiche tutt’altro che semplici.

Leonardo Ghiraldini, 65 caps domani, uno dei veterani della Banda Brunel e – con la maglia numero due di tallonatore – uno dei punti fermi del pack azzurro, ne è ben consapevole: “Sarà una partita molto dura fisicamente, in condizioni climatiche estreme, ma soprattutto perché Samoa è una squadra fisica e molto ben organizzata al tempo stesso, che è migliorata molto ed ha una struttura di gioco valida, con atleti che giocano in squadre di primo piano in Europa e nel Super 15” ha dichiarato a Federugby.it il tallonatore padovano.

“Affrontiamo giocatori formati, preparati e con una grande tecnica individuale tipica delle squadre del Pacifico, dovremo mantenere alta la pressione dal fischio iniziale a quello finale e non avere cali perché sappiamo quanto possano essere pericolosi i samoani, lo abbiamo visto un anno fa a Nelspruit. Sono una squadra in grado di mettere gli avversari in difficoltà in ogni fase di gioco. Dovremo essere pronti fisicamente e con la testa, fare una grande partita: rimbocchiamoci le maniche e diamo una grande prove in campo” ha detto Ghiraldini, per poi tornare sulla gara di Suva della scorsa settimana: “Noi avanti abbiamo fatto una buona prova nelle fasi statiche ma dobbiamo fare un ulteriore passo avanti, essere più presenti in campo, portare il pallone avanti, dare palloni di qualità ai trequarti, essere molto pùi attivi nel gioco in attacco e difesa perché Samoa può tenere pallone per molte fasi e dovremo essere assolutamente pronti da questo punto di vista.

Insomma – conclude – dovremo ripetere quanto di buono fatto a Suva e migliorare nelle ruck e nei breakdown, dove Samoa può essere micidiale”.

Apia, Apia Park – sabato 14 giugno, ore 14.10 (3.10 in Italia)

Test-match

Samoa v Italia

Samoa: Autagavaia; Otto, Pisi G., Leiua, Lemi (cap); Pisi T., Fotualii; Thompson, Lam, Treviranus; Leo, Lemalu; Johnston J., Paulo, Mulipola L.

a disposizione: Avei, Johnston C., Taulafo, Faasavalu, Faasalele, Faapale, Afemai, Leota

all. Betham

Italia: McLean; Esposito, Masi, Garcia, Venditti; Allan; Tebaldi; Barbieri, Bergamasco Ma., Furno; Biagi, Geldenhuys (cap); Cittadini, Ghiraldini, De Marchi Al.

a disposizione: Manici, Aguero, Chistolini, Bortolami, Vosawai, Palazzani, Orquera, Iannone

all. Brunel

arb. Clancy (Irlanda)

g.d.l. Lees (Australia), Leckel (Australia)

Precedenti tra Samoa e Italia

Italia – Samoa 10-39 – Nelspruit, 15.06.2013 – TM

Italia – Samoa 24-6 – Ascoli Piceno, 28.11.2009 – TM

Italia – Samoa 9-17 – L’Aquila, 24.11.2001 – TM

Samoa – Italia 43-24 – Apia, 08.07.2000 – TM

Italia – Samoa 18-42 – East London, 27.05.1995 – RWC