[VIDEO] BRUNEL DOPO SAMOA: “LA MISCHIA? NON HO DUBBI, SOLO UN INCIDENTE”

Brunel2014

IL CT GUARDA AL GIAPPONE: “BENE LA DIFESA MA A TOKYO SARA’ UN TEST DIFFICILE”

Auckland (Nuova Zelanda) – L’Italrugby torna in Nuova Zelanda a quasi tre anni di distanza dalla Rugby World Cup del 2011, solo un passaggio veloce ad Auckland sulla strada che porta a Tokyo: domani, dopo una notte nella capitale neozelandese, Geldenhuys e compagni volano nella terra del Sol Levante dove sabato 21 affronteranno il Giappone guidato dall’ex CT australiano Eddie Jones.

La sconfitta di ieri contro i guerrieri samoani ha lasciato qualche strascico nella rosa a disposizione di Jacques Brunel, con il flanker Josh Furno (trauma al vasto mediale della coscia sinistra) ed il centro Gonzalo Garcia (trauma contusivo alla cresta iliaca destra) che si aggiungono a Paul Derbyshire – costretto al forfati contro Samoa da una lombalgia acuta, comunque in fase di miglioramento – nella lista degli infortunati e che verranno rivalutati nelle prossime ore, dopo l’arrivo in Giappone.

Ad Auckland, il CT e lo staff tecnico hanno analizzato insieme alla squadra la partita dell’Apia Park prima di entrare nel vivo della preparazione alla gara di Tokyo: “La gara di ieri, per certi aspetti, è stata davvero paradossale. Ci sono elementi davvero negativi nella performance della mischia, ma sono sicuro che si tratti di un incidente. Un anno fa contro Samoa in difesa eravamo stati in grave difficoltà, ieri non abbiamo concesso mete ed era da dodici partite che non accadeva. E’ un punto interessante da cui ripartire per la settimana prossima” ha dichiarato il Commissario Tecnico dell’Italia.

Clicca qui per la video-intervista a Jacques Brunel

“Il Giappone – prosegue passando all’avversario di sabato nel test conclusivo del tour – viene da una buona serie di risultati, l’ultimo oggi ai danni degli Stati Uniti (29-37 in California ndr). E’ un avversario diverso da Samoa, gioca molto in velocità, ha giocatori che amano prendere iniziativa, sfidare nell’uno contro uno. E’ senza dubbio una squadra in crescita, un avversario molto difficile per chiudere questa finestra internazionale”.