Vasari Rugby Arezzo U16: la classe viene fuori in campo

In un centro sportivo bellissimo, in cui però siamo costretti ad un campo

sintetico e ai limiti della misura, omologato con deroga solo per le

giovanili, il Vasari ha ragione di un Reggio combattivo e agonista.

Nel primo minuto, Mori (99) sfrutta un errore Reggiano, sfiora la meta e

origina l’azione in cui Chianucci va a segnare. Da questo momento, il

primo tempo è proprietà Vasariana. 4 mete, e 4 trasformazioni. La squadra

si compatta e porta Mancini Parri alla meta per ben 3 volte. Il Reggio

segna ma non trasforma.

Il secondo tempo porta alla ribalta la difesa del Vasari, praticamente un

muro. Non passa niente. Il Reggio si lancia all’attacco in numerose

occasioni e più di una volta viene fermato ad uno, due metri dalla linea

di mete. In un’occasione anche a meno di uno. Niente da fare. Di qua non

si passa.

Il Reggio è un ottimo avversario e la sfida è molto sentita, ogni punto è

importante, anzi essenziale. I giovani del Vasari sanno qual è

l’obbiettivo finale e non lesineranno impegno e sforzo per raggiungerlo.

L’allenatore Zelli :“I ragazzi hanno fatto ciò che gli si è chiesto, le

squadre che andremo ad incontrare saranno sempre più agguerrite, e i miei

ragazzi saranno sempre pronti”.

Risultato finale a parte, va segnalata l’intelligenza dei nostri ragazzi,

che hanno giocato una partita seria, dura ma corretta, giocando un buon

rugby ed ignorando le provocazioni.

In Campo: Vagnoli, Mori (99), Piergentili, Scartoni (Vice Capitano, 2

trasf), Bianchi (2 trasf), Hasani (Capitano), Panarese, Mariottini,

Mazzeschi, Chianucci (1 meta), Brocchi, Mori (98), Renzetti, Mancini Parri

(3 mete), Lodovichi. A disposizione: Papini, Rossi, Giusti, Giannoni,

Pianigiani, Maranini, Mariottini