Valsugana, il First XV si mette alla prova con i primi test match stagionali

Sabato 13 settembre la prima squadra maschile del Valsugana Rugby Padova è scesa in campo per la prima gara precampionato della s.s. 2014-2015. Ospiti del San Donà, squadra che milita in Eccellenza, i padovani hanno potuto confrontarsi con un avversario di livello superiore, che si è imposto con un ampio margine di vantaggio (65 a 5 il risultato finale), forte di una preparazione in fase più avanzata e di una maggiore fisicità.
Nonostante l’evidente divario fra le due formazioni, il Valsugana non ha sfigurato e ha saputo interpretare l’incontro secondo i dettami impartiti dall’head coach Battistin. Dopo i primi 20′ di assestamento, i ragazzi di Altichiero hanno preso le misure per mettere in difficoltà i più titolati avversari, soprattutto nelle fasi di conquista. Buono il comportamento in mischia ordinata e touche, così come l’interpretazione dei punti d’incontro, sia in attacco che in difesa. Pur con poco possesso a disposizione, il team padovano ha espresso un gioco multifase convincente e preciso, contribuendo a tenere alto il ritmo della partita. Insomma, le note positive prevalgono decisamente su quelle negative, anche in termini di attitudine e disciplina. E c’è soddisfazione pure per l’esordio di alcune giovani leve provenienti dal vivaio biancoazzurro.
Venerdì 19 settembre il First XV replica con un altro test match, questa volta contro il Mirano (club di serie B), ma a Treviso, nell’ambito delle “Nove serate di rugby” organizzate ogni anno dal Tarvisium. Kick-off alle 20:00 e questa volta con tutta l’intenzione di giocare da indiscussi protagonisti.
Nel frattempo il mercato segnala altre novità. Entrano a far parte della rosa due nuovi acquisti: la seconda linea del Rugby Gubbio Nicola Caroli, atleta del 1995, 198 cm d’altezza, proveniente dall’Accademia zonale di Roma; il tallonatore romeno Ioan Tomascu, classe 1992, in grado di giocare anche pilone destro.
Lascia il club, invece, la terza linea Mattia Catelan, giocatore di formazione Valsugana e d’interesse nazionale: si trasferisce in Abruzzo, dove si è accordato con L’Aquila Rugby per partecipare al campionato d’Eccellenza. Il club di Altichiero esprime apprezzamento per la valorizzazione di un altro frutto del proprio sistema formativo giovanile, cui è consentito di cimentarsi con il più alto livello seniores in Italia, ma nel contempo manifesta perplessità nei confronti di un sistema che consente a queste operazioni di trasferimento di intervenire a poche settimane dall’inizio della nuova stagione sportiva, a discapito della squadra di partenza.

Partirà domenica 5 ottobre la 29a edizione del campionato italiano di Serie A femminile e il Valsugana Rugby Padova sarà regolarmente ai blocchi di partenza, con uno staff rinnovato. Quest’anno le ValsuGirls saranno guidate da Nicola Bezzati, alla seconda stagione con le ragazze, ma ora affiancato dal tecnico Luca Faggin, specialista dei trequarti, mentre Roberta Giraudo farà da team manager. La rosa è riqualificata dal recupero della veterana Paola Zangirolami, che ritrova finalmente il campo, a lungo negato da un pesante infortunio. Rientra in squadra anche Giada Arzenton, dopo un’esperienza di studio e sport in Australia, portando con sé un’amica di origine canadese, Daris Tendler, che ha già dimostrato spiccate doti fisiche e tecniche.
Il Valsugana è inserito nel girone 1 ed esordirà in casa contro il Casale, per scontrarsi poi con il Riviera, il Cus Torino, il Colorno, il Benetton e le campionesse in carica del Monza. Al termine della regular season, scandita da gare di andata e ritorno, le prime classificate dei gironi 1 e 2 accederanno direttamente alle semifinali, mentre le due ulteriori semifinaliste saranno determinate da un barrage in gara unica, da disputarsi domenica 26 aprile fra le seconde e terze classificate dei due gironi. La finale per il titolo di Campione d’Italia Femminile 2014/2015 sarà disputata il 23 o 24 maggio.
Sul piano tecnico, le ValsuGirls intendono continuare il progetto iniziato la scorsa stagione, sia per migliorare la qualità del gioco, sia per incrementare il movimento rugbistico femminile di Padova. La squadra sta lavorando per raggiungere una migliore continuità di risultati positivi, funzionali al raggiungimento della maturità sportiva personale e collettiva. Anche per le ragazze gli obiettivi fissati intendono il gioco del rugby come mezzo per sviluppare una filosofia di vita basata su concetti basilari come il rispetto, la disciplina e l’appartenenza a qualcosa di unico, tutti elementi fondanti di una mentalità vincente.
In vista delle gare ufficiali la squadra affronterà un momento di verifica domenica 21 settembre, a Bologna, ospite del club locale.

È stata una domenica speciale quella del 21 settembre, perché i primi impegni ufficiali della squadre juniores maschili del Valsugana Rugby Padova si sono conclusi con tre meravigliosi successi.
Sui campi di Altichiero gli Under 16 hanno superato il primo turno del barrage di categoria per l’accesso al girone Elite, imponendo al Rugby Mirano un sonoro 58 a 7. Partenza a razzo per gli juniores padovani, in meta già dopo due minuti di gioco. Alla fine del primo tempo il tabellino segna un perentorio 36 a 0, ma gli ospiti non mollano e marcano l’unica meta della giornata, sfruttando uno svarione della difesa avversaria. Nella seconda frazione di gioco, nonostante un’inferiorità numerica temporanea, il Valsugana difende bene il proprio territorio e allunga il vantaggio, collezionando alla fine dieci mete, che valgono il passaggio al secondo e ultimo incontro di barrage. Il prossimo appuntamento è per domenica 28 settembre, sempre a Padova, contro il Pordenone Rugby.
Anche gli Under 18 hanno sfidato i coetanei del Mirano, in trasferta, con la stessa posta in palio degli Under 16, cioè il girone Elite. I miranesi, dati per favoriti, hanno dovuto fare i conti con un Valsugana mai domo, forte di una difesa arrembante e capace di imporre alla gara il proprio ritmo, grazie a una determinazione agonistica che non ha lasciato scampo. 29 a 20 il risultato finale di un match partito in salita, dopo una meta dei bianconeri, ma poi raddrizzato dagli atleti biancoazzurri con ben cinque marcature pesanti, che regalano altrettanti punti nella classifica provvisoria di questo doppio confronto e lasciano a zero il Mirano. Poi, domenica 28 settembre, ci si giocherà tutto sul terreno di via Querini per il turno di ritorno.
Gli Under 14, invece, salgono sul gradino più alto del podio nel primo torneo stagionale, il Tant’Ovale di Verona, concluso con una sola meta subita. Gli juniores del Valsu hanno battuto nell’ordine Amatori Vicenza, Amatori Parma, Benetton Treviso, e superato in finale il Cus Verona. Buone notizie pure dal fronte femminile, perché la squadra seniores si è aggiudicata il test match pre-campionato contro il Bologna con un agevole 69 a 0.

Domenica 21 settembre tutte le formazioni juniores maschili dal Valsugana Rugby Padova scenderanno in campo per i primi impegni ufficiali della stagione sportiva 2014-2015. Alle spalle hanno già accumulato alcune settimane di intensa preparazione fisica e tecnica, cui hanno contribuito anche i tradizionali ritiri precampionato: l’Under 14 a Tonezza, l’Under 16 a Kraig (Austria), l’Under 18 a Jesolo.
Ma domenica si farà sul serio. Gli Under 14 si presenteranno al primo torneo stagionale, il Tant’Ovale di Verona, negli ultimi due anni appannaggio proprio delle formazioni biancoazzurre. C’è da difendere un primato e ce la metteranno tutta. Under 16 e Under 18, invece, si scontreranno, per una curiosa coincidenza, con le rispettive squadre di coetanei del Mirano Rugby, in entrambi i casi per assicurarsi la partecipazione ai gironi Elite di categoria.
Gli Under 16 sfideranno gli avversari a Padova, con inizio alle ore 10:00, in una partita secca: dentro o fuori. Chi la spunta andrà al secondo turno dopo sette giorni, insieme alla vincente di Pordenone vs Rugby Altovicentino, per decidere chi andrà in Elite. Per l’Under 18 la formula prevede un doppio incontro con il Mirano, il primo fuori casa (kick-off alle 11:00), il secondo sui campi di via Querini domenica 28 settembre. L’accesso in Elite, quindi, sarà deciso al meglio delle due partite.
La posta in palio è alta e gli staff tecnici stanno lavorando a pieno ritmo per curare ogni dettaglio in vista di match che condizioneranno l’andamento dell’intera stagione. Poi toccherà ai ragazzi in campo guadagnarsi il risultato e nessuno dubita che sono pronti ad affrontare qualunque ostacolo.

Giovedì 18 settembre la club house del Valsugana Rugby Padova ospiterà la presentazione di un libro speciale. Diario ovale di Sergio P. è la storia di un poliziotto che gioca a rugby, in una squadra di serie B di una indefinita città del Nord Italia. Il suo diario racconta storie ora poliziesche, ora ovali, che diventano il pretesto per raccontare il nostro rugby di base nella sua essenza, senza eccessi retorici e ipocrisie.
L’autore non ha bisogno di molte presentazioni. È Giorgio Sbrocco, docente di Tecnica, teoria e didattica del rugby presso le Università di Padova e di Ferrara, giornalista sportivo, già responsabile tecnico del settore giovanile del Petrarca e oggi collaboratore del Comitato Regionale Veneto.
L’happening avrà inizio alle ore 20:00 e godrà della presenza di Alberto Zuccato, giornalista del Gazzettino, per dialogare con l’autore sul Diario ovale di Sergio P. Per l’occasione il Valsugana Rugby Padova è lieto di accogliere tutti coloro che vogliono saperne di più.

G. SBROCCO, Diario ovale di Sergio P., ed. Piazza, pagg. 138, euro 10.

L’articolo Valsugana, il First XV si mette alla prova con i primi test match stagionali sembra essere il primo su On Rugby.