Va in meta ad Adria la Palla Senza Retorica

unnamed

1^ formazione dell’ Adria Rugby Club – 31 maggio 2014 Villadose RO
In piedi :
Ceccolin Giulio (A.) , Braghin Sebastiano (A.), Enrico Pavan (Cap.), Pierangelo Mazzetto (G.M.), Franzoso Franco ( D.T.)
In piedi : Kacpev Lisoswki, Giulia Baldan, Giacomo Gennari, Giulia Pastore, Paolo Guzzon, Gianmaria Ferro,
Accosciati: Sofia Giubilo, Damien Crepaldi, Gregorio Braghin, Nicola Amigoni, Nicolò Sacchetto, Giacomo Braghin, Paride Guerra
Domenica 31 maggio al Pelandra di Villadose prima comparsa dei giovani atleti dell’Adria Rugby Club.
Con onore la formazione composta interamente dalle nuove leve adriesi si è misurata senza alcun timore reverenziale con le formazioni under 12 della Monti Rovigo e del Villadose sorprendendo il pubblico dei gionitori presenti per la caparbietà e l’impegno che la ha visti mai domi .
Un pubblico meraviglioso di genitori del Rovigo, del Villadose che all’unisono con i papà e le mamme adriesi per tutta la durata delle garei si sono profusi in applausi ed incitamenti per l’esordiente la compaggine adriese a sostenendo degli sforzi e dell’imegno deii miniatleti sono stati una cornice fantastica di una mattina che difficilmente potrà essere dimenticata .
Difficile valutare se fosse più forte l’emozione dei protagonisti di vestire per la prima volta la maglia di squadra o del neoi presidente Giancarlo Gennari che a fianco di Mazzetto Pierangelo da bordo campo toccavano con mano la primas vera grande meta raggiunta.
Poi il terzo tempo, emozione nuova e sconosciuta per i genitori degli atleti di Adria che col Presidente Zamana – artefice indiretto -che ha appoggiato dal suo nascere il progetto hanno potuto scambiato impressioni e senzazioni e ricevere i meritati elogi per quanto si sono resi disponibili a fare coinvolti da quell’armonia che filosofia del rugby sa creare sempre con estrema prodigalità a chi ha la fortuna di avvicinarsi a questo mondo.
La palla senza retorica che Mazzetto ha voluto portare ad Adria, pare abbia trovato chi la porta in meta, buon lavoro !