Una televisione tutta ovale: la via di una Rugby TV è percorribile?

ph. Andrew Boyers/Action Images

Succede che lunedì mattina pubblichiamo un articolo in cui parliamo del panorama televisivo rugbistico italiano, un bilancio di quanto è successo e abbiamo visto negli ultimi mesi e di quello che potrebbe succedere nei prossimi. Un articolo “freddo”, come si dice in gergo, su un argomento cioè che non è legato a particolari fatti di cronaca e che quindi non rischia di avere una data di scadenza. Succede che quella stessa mattina, ma noi lo avremmo scoperto solo qualche ora più tardi, un paio di quotidiani – La Gazzetta dello Sport e Il Messaggero – pubblicano alcune dichiarazioni del presidente della Federbasket, l’ex numero uno del CONI Gianni Petrucci, che dice: “Dobbiamo pensare in grande, ho trovato una federazione sana, che può investire e quindi vorremmo seguire l’esempio della Federtennis con il lancio di un nostro canale tv: porteremo la proposta al prossimo Consiglio Federale. E’ da tempo che ci stiamo lavorando, i numeri dimostrano che SuperTennis ha aiutato la crescita del numero di tesserati. L’idea è quella di mostrare il nostro sport 24 ore su 24, col basket italiano, anche giovanile, estero, americano