Un gran finale di stagioni per le formazioni del Romagna RFC Juniores

unnamed (1)

Si è conclusa con ottimi risultati la stagione delle rappresentative giovanili del Romagna RFC, squadre composte dalla selezione dei giocatori provenienti dai club della Franchigia Romagna Rugby delle categorie Under 14, Under 16 e Under 18.
Lo scorso week end ha visto le tre formazioni protagoniste delle competizioni alle quali hanno preso parte, a partire dall’Under 18 a sette, che si è aggiudicata la vittoria della prima tappa del Torneo Italia Sevens, svoltasi domenica 1 giugno a Parma.
Alla sua prima uscita in una competizione di rugby a Sette, la selezione romagnola Under 18 ha centrato un importante risultato, assicurandosi la possibilità di giocarsi la finale di questa competizione, che proseguirà per tutta la prossima stagione sportiva (prossima tappa a settembre a Venezia), mettendo a confronto squadre provenienti da tutta Italia. La selezione romagnola, guidata dalla coppia di tecnici Benito Maccan e Simone Nesi, in questa prima tappa si è confrontata con Noceto, Amatori Parma e la selezione delle Province Ovest, battendo in finale proprio i liguri con il punteggio di 22 a 14. Questo risultato non può che lasciare soddisfatto coach Maccan, anche considerando che si trattava del debutto assoluto della squadra a sette, che in questa occasione schierava 5 giocatori di Rimini, 4 di Imola, 2 di Ravenna e 1 di Forlì: “Abbiamo accolto con grande piacere e entusiasmo l’invito a partecipare a questo torneo e pur avendo poco tempo a disposizione per prepararci abbiamo messo insieme una squadra competitiva. Non ci aspettavamo di vincere, anche perché il livello delle altre squadre era piuttosto alto, ma i ragazzi sono stati davvero bravi. La nostra era la formazione più giovane, con diversi ’97 schierati, cosa che lascia ben sperare anche per la prossima stagione, nella quale ci auguriamo di poter dare seguito a questa esperienza.”.
Anche la formazione Under 14 ha chiuso la stagione con un ottimo risultato, piazzandosi al secondo posto nel Torneo Città di San Giovanni Teatino, in scena a Chieti lo scorso weekend. In questa sesta edizione della manifestazione organizzata dal Sambuceto Rugby, divenuta ormai un appuntamento tradizionale del calendario rugbistico giovanile, i galletti sono stati battuti in finale dall’Aquila Rugby (20 a 0 il risultato finale) dopo aver superato in semifinale un’altra squadra molto preparata come il Mogliano. Con questo risultato la formazione romagnola migliora il piazzamento al terzo posto ottenuto nella passata edizione, riconfermando la medaglia d’argento ottenuta due anni fa in una finale gemella con la formazione aquilana. Una grande prova dunque quella dei ragazzi del Romagna, come sottolinea Riccardo Soldati, alla guida tecnica della squadra insieme a Emanuele Cossu: “è stata una bellissima manifestazione, i ragazzi si sono divertiti molto e il secondo posto finale l’ha resa una esperienza ancor più bella. Siamo molto soddisfatti di come si è comportata la squadra, sia sul piano del gioco sia come gruppo, è il coronamento di un anno di grande lavoro”.
Si è chiusa infine la stagione dell’Under 16, che giovedì è scesa in campo a Bologna per un incontro con la squadra del centro di formazione federale. I galletti sono stati fermati sul 33 a 27, al termine di una partita combattutissima e molto equilibrata: con cinque mete per parte, a fare la differenza sono stati i calci di trasformazione, che hanno permesso alla squadra del centro federale di avere la meglio. Questo appuntamento ha rappresentato il coronamento della collaborazione tra Franchigia Romagna Rugby e il Comitato Regionale Emilia Romagna, che dallo scorso settembre hanno avviato un progetto comune per la formazione dei settori giovanili Under 14 e Under 16. Questa sinergia proseguirà anche la prossima stagione, a conferma del buon percorso compiuto durante l’anno, come commenta Massimo Cavaglieri, tecnico dell’Under 16 e responsabile del progetto per l’area Nord: “Quest’ultima partita ha mostrato i buoni progressi fatti dai ragazzi, che non si sono fatti mettere i piedi in testa pur trovandosi di fronte a una squadra più rodata e che compete in un campionato di alto livello. Il bilancio dell’attività svolta quest’anno è senz’altro positivo, sia per le attività di Selezioni sia per questa collaborazione con il Centro Federale. I club coinvolti nel progetto hanno risposto molto bene e sia per l’Under 14 che per l’Under 16 c’è sempre stato un buon livello di partecipazione da parte di atleti, famiglie e staff: questo ha senz’altro facilitato l’organizzazione e lo svolgimento delle varie attività..”.