Ufficiale: Nanni Raineri coach dei tre-quarti delle Fiamme Oro

Ecco anche l’ufficialità. Giovanni ‘Nanni’ Raineri è il nuovo allenatore dei tre-quarti delle Fiamme Oro. Un innesto di grande valore per la società cremisi, già chiacchierato nella giornata di ieri. Raineri lascia così ufficialmente L’Aquila, club che ha condotto alla massima serie dopo un’esaltante cavalcata in Serie A. Ecco il comunicato ufficiale delle Fiamme. “Le Fiamme Oro Rugby riempiono l’ultima casella mancante nello staff per la prossima stagione, infatti è stato raggiunto l’accordo con Giovanni Raineri che affiancherà l’head coach Pasquale Presutti e l’assistant coach Sandro Castagna, in qualità di allenatore dei trequarti. “Sono lieto di poter dare questo annuncio – ha dichiarato il vice presidente esecutivo delle Fiamme, Armando Forgione – perché Giovanni Raineri, tecnico di provate capacità, andrà ad impreziosire uno staff tecnico che già è di alto livello e che può farci puntare in alto”. Giovanni “Nanni” Raineri, è nato a Colleferro (RM) il 4 novembre del 1976 e nasce rugbisticamente proprio nel Colleferro. Da giocatore ha vinto due scudetti con la Rugby Roma e con il Calvisano ed ha collezionato 22 Caps con la Nazionale italiana. Ritiratosi nel 2010, si trasferisce in Sudafrica dove, frequentando i corsi dell’Università di Stellenbosch, consegue il patentino da allenatore con il relativo tirocinio presso il Western Province. Tornato in Italia, nel 2013 è Head coach a L’Aquila e riporta i neroverdi abruzzesi in Eccellenza vincendo il campionato di Serie A 2013-2014. “La mia carriera sia da giocatore che da allenatore – spiega Nanni Raineri – è sempre stata improntata alla ricerca del professionismo. In Italia esistono pochi club che lo permettono e le Fiamme Oro sono ad oggi uno dei pochi club di rugby realmente professionistici del nostro Paese. Sarà un onore ed un piacere per me lavorare fianco a fianco con Pasquale Presutti, un vero e proprio maestro del nostro sport. Ma non dimentico da dove arrivo, infatti voglio ringraziare L’Aquila e, in special modo, il presidente Mauro Zaffiri per l’opportunità che mi ha dato””.