Top 14: Boudjellal all’attacco di Habana e Botha “O giocate con noi, o non pago”

tolone vs sudafrica

Nuovo, ennesimo, scontro tra i club (principalmente francesi) e le federazioni e le loro nazionali. E, ancora una volta, ad alzare la voce è Mourad Boudjellal, padre padrone del Tolone campione di Francia e bicampione d’Europa. Il casus belli è il weekend di pausa della Rugby Championship che sta per arrivare, in cui Nuova Zelanda, Australia, Sud Africa e Argentina non giocheranno.

Boudjellal – visto che questo weekend non sarebbe considerabile come finestra internazionale – pretende che i giocatori impegnati nel torneo tornino in Francia per disputare il match di Top 14 tra il suo Tolone e il Brive. In particolare richiede il ritorno in Francia di Juan Martín Fernández Lobbe, Bryan Habana e Bakkies Botha.

“La cosa è semplice: loro difendono i colori della loro nazione, ma sono pagati decisamente bene dal Tolone. L’Irb ha deciso le regole, bene, ma io non sono qui a sovvenzionare il rugby sudafricano e argentino e non lo farò. I giocatori tornano, perché ne abbiamo bisogno. Se non lo fanno e non verremo rimborsati, allora non li paghiamo visto che non sono qui. E’ la legge francese sul lavoro delle imprese private a dirlo, vedremo se conta di più una legge o la regola dell’Irb. Il che sarebbe un aberrazione”.

Parole dure, ma logiche. E che arrivano in un momento difficile per Tolone, tra la sconfitta con lo Stade, gli infortuni e la querelle Leigh Halfpenny. E, soprattutto nel caso dei due giocatori sudafricani, che ha una ragione in più. Da un lato Habana, in gran forma con gli Springboks, ma che per infortunio ha saltato gran parte della sua prima stagione a Tolone; dall’altra Botha, che a 34 anni rischia di presentarsi in Francia già con le batterie scariche in vista della lunga stagione.

Segui @Rugby1823 su Twitter

Seguici su Google+

Rugby | Tolone “Ridateci i nazionali o non li paghiamo” é stato pubblicato su rugby1823 alle 09:00 di 17 settembre 2014.