Tonano al successo i leoni del CUS Potenza Rugby

Tonano al successo i leoni del CUS Potenza Rugby che, dopo la quasi impresa casalinga dello scorso 9 marzo contro la capolista Bari, centrano la quarta vittoria fuori casa di questo campionato, battendo con un secco17 a6 i Draghi BAT in un match fisico e combattuto.

Il coach dei lucani, Passarella, schiera dall’inizio una linea dei tre quarti molto fisica con Ianniello e Galante N. come centri, mossa questa che, da subito, dà i suoi frutti. Sin dall’inizio il CUS attacca con tutto l’organico ma i padroni di casa rispondono bene. La voglia di combattere dei leoni, carattere questo distintivo delle ultime partite, fa commettere però diversi falli; da uno di questi, l’apertura biancorossa piazza la punizione del momentaneo 3 a0. Il Potenza non ci sta e comincia a schiacciare i Draghi nella propria metà campo. La mischia che ancora una volta si dimostra forte e a tratti dominante nelle fasi statiche, comincia a giocare in avanzamento anche in campo aperto e questo crea diversi grattacapi alla difesa pugliese. La veemenza degli attacchi nero verdi fa commettere anche ai Draghi diversi falli e da due di questi Lotito V. piazza le punizioni che valgono dapprima il pareggio e poi il sorpasso, 3 a 6. La pressione nero verde aumenta e i Draghi vanno in affanno arretrando sempre più, sin nel cuore della propria area dei 22. Poco prima dello scadere del tempo ecco la svolta; mischia ai 5 metri dalla linea di meta dei Draghi, capitan Buchicchio apre perfettamente su Lotito V. che, dopo aver attirato su di se 2 difensori con abili finte, scarica la palla su Ianniello che con forza schiaccia oltre la linea bianca, Lotito V. non centra i pali e il risultato della prima frazione si chiude sul3 a 11.

Nella ripresa la musica non cambia, con il Potenza a comandare il gioco e i Draghi a difendersi e a giocare i pochi palloni di recupero. Il tabellino della seconda frazione viene mosso dai Draghi al10’quando l’apertura piazza una punizione nei pali,6 a11. Cinque minuti più tardi, sempre Lotito V. ristabilisce le distanze e con una punizione porta il punteggio sul6 a14. Gli ultimi 20 minuti di gioco sono di controllo per il CUS che argina bene gli attacchi disperati dei Draghi ed anzi incrementa il suo bottino di punti con un’altra punizione messa tra i pali da Lotito V. Unico neo di una prestazione altissima è il rosso comminato a Lotito V. per cause non chiare avvenute in una piccola scaramuccia tra i giocatori delle due squadre. Al triplice fischio finale, la felicità per i leoni è enorme che raggiungo un altro record (4