The Rugby Championship: lezione All Blacks per l’Australia

mccaw ammonito

Si è appena conclusa la prima sfida di giornata del campionato dell’Emisfero Sud tra i neozelandesi e i Wallabies.

Due mete in tre minuti nel primo tempo, tre in dieci nella ripresa. Basta questo agli All Blacks per superare un’Australia che si perde quasi subito in attacco, non sfrutta il giallo a McCaw e solo nel finale si risveglia, ma ormai è troppo tardi.

E’ un inizio equilibrato ad Auckland, dove è l’Australia a giocare alla lepre grazie al piede di Kurtley Beale, mentre è Aaron Cruden a inseguire e a raggiungere la preda. Al 13′ potrebbe arrivare un momento chiave, con Richie McCaw che viene punito e ammonito, lasciando gli All Blacks in inferiorità numerica.

Ma l’Australia non sa approfittarne, cosa che riesce benissimo ai padroni di casa dopo che al 22′ è Rob Simmons a finire sulla panca dei puniti. Tra il 27′ e il 30′, infatti, gli All Blacks marcano due mete che aprono il solco tra le due squadre, prima con una meta tecnica conquistata dal pack tuttonero e poi è Savea a dare la zampata che chiude il primo tempo sul 23-6 per la Nuova Zelanda.

La ripresa inizia con un’Australia votata all’attacco, che cerca la rimonta, ma i Wallabies sono troppo nervosi, sbagliano tanto e sprecano diverse occasioni, con l’attacco che non funziona a dovere. Così al 49′ è ancora una volta la Nuova Zelanda a colpire e a chiudere virtualmente la partita. I Wallabies perdono la palla in attacco, Savea lascia a terra l’avversario, passa a Fekitoa che libera Kieran Read che marca la terza meta. Tre minuti e arriva il bonus, questa volta con Richie McCaw che schiaccia dopo un ennesimo errore dell’Australia. 37-6 e tutti a casa quando manca ancora più di un quarto di partita.

Ormai l’Australia è in bambola, la Nuova Zelanda domina in ogni parte del campo e ogni situazione di gioco e al 58′ è di nuovo Richie McCaw ad andare in meta, con il TMO che assegna la meta dopo aver controllato che il capitano tuttonero non sia stato tenuto alto. I Wallabies danno segni di vita appena dopo l’ora di gioco, con Israel Folau che trova il buco giusto e accorcia il punteggio sul 44-13 per i padroni di casa. Due minuti e gli ospiti trovano per la seconda volta la via della meta, questa volta con Michael Hooper, ma la sveglia per i Wallabies è suonata decisamente troppo tardi. A quattro minuti dalla fine giallo anche per Ben Franks, ma è troppo tardi e l’Australia esce dall’Eden Park sconfitta, con Luatua che la punisce per la sesta volta a tempo scaduto.

NUOVA ZELANDA – AUSTRALIA 49-20
Sabato 23 agosto, ore 9.35 – Eden Park, Auckland
Nuova Zelanda: 15 Ben Smith, 14 Cory Jane, 13 Conrad Smith, 12 Ryan Crotty, 11 Julian Savea, 10 Aaron Cruden, 9 Aaron Smith, 8 Kieran Read, 7 Richie McCaw, 6 Liam Messam, 5 Sam Whitelock, 4 Brodie Retallick, 3 Owen Franks, 2 Dane Coles, 1 Wyatt Crockett
In panchina: 16 Keven Mealamu, 17 Ben Franks, 18 Charlie Faumuina, 19 Steven Luatua, 20 Sam Cane, 21 Tawera Kerr-Barlow, 22 Beauden Barrett, 23 Malakai Fekitoa
Australia: 15 Israel Folau, 14 Pat McCabe, 13 Adam Ashley-Cooper, 12 Matt Toomua, 11 Rob Horne, 10 Kurtley Beale, 9 Nic White, 8 Wycliff Palu, 7 Michael Hooper, 6 Scott Fardy, 5 Rob Simmons, 4 Sam Carter, 3 Sekope Kepu, 2 Nathan Charles, 1 James Slipper
In panchina: 16 James Hanson, 17 Pek Cowan, 18 Ben Alexander, 19 Will Skelton, 20 Scott Higginbotham, 21 Nick Phipps, 22 Bernard Foley, 23 Tevita Kuridrani, 24 Ben McCalman
Arbitro: Romain Poite
Maratori: 1′ cp. Beale, 5′ cp. Cruden, 7′ cp. Cruden, 13′ cp. Beale, 17′ cp. Cruden, 27′ m.t. tr. Cruden, 30′ m. Savea tr. Cruden, 49′ m. Read tr. Cruden, 53′ m. McCaw tr. Cruden, 59′ m. McCaw tr. Cruden, 61′ m. Folau tr. Beale, 63′ m. Hooper tr. Beale, 80′ Luatua tr. Smith
Cartellini gialli: 12′ McCaw, 22′ Simmons, 76′ Franks

Segui @Rugby1823 su Twitter

Seguici su Google+

The Rugby Championship: lezione All Blacks per l’Australia é stato pubblicato su rugby1823.it alle 11:20 di sabato 23 agosto 2014.