Tappa del Seven al Manganelli, ci sarà anche l’Avellino Rugby

sev 6

Come anticipatovi nell’ultimo comunicato, la terza tappa del Trofeo Campania Seven si disputerà nel verde di Largo Santo Spirito, domenica 8 giugno a partire dalle ore 10:00, tappa ricordiamo che verrà organizzata dal Rugby Salerno. In principio le due società, legate da un buon rapporto di collaborazione – avendo già partecipato a vari concentramenti ed al Torneo Città di Benevento sotto un’unica bandiera, con le categorie Under 10/12 – avevano pensato di partecipare con un’unica squadra, visto la difficoltà di trovare elementi arruolabili in questo periodo, questa ipotesi però è naufragata nella giornata di lunedì, quando dalla Fir Campania hanno fatto sapere che il regolamento non prevede questa opzione di franchigia, solo per la Selezione Under 23 è stata fatta un’eccezione – studiata per coinvolgere elementi di più squadre al fine di propagandare al meglio il Seven, protagonista ai lle prossimi olimpiadi di Rio 2016 – quindi, il team del Presidente Roca, che aveva invitato gli amici salernitani ad organizzare l’evento al Manganelli, anche senza la possibilità di formare una sola squadra, ha comunque mantenuto fede alla parola data. A questo punto anche l’Avellino Rugby, ha fatto di necessità virtù, adeguandosi alle circostanze, dopo un breve consulto tra lo staff tecnico e gli atleti, questa mattina è stata perfezionata l’iscrizione alla tappa. Insieme alla truppa di mister Caliano e ovviamente al Rugby Salerno, altre cinque formazioni hanno aderito, come già si paventava domenica a Volla: la Partenope Napoli, il Rugby Vesuvio, l’Arechi Rugby, la Selezione Campania Under 23, a queste si sono aggiunte le aquile di Cimitile, guidate dall’ex tecnico dei lupi: Vincenzo Fico. Diramati promtamente anche il calendario, che vedono proprio nel raggruppamento A : gli Eagles Cimitile, l’Avellino Rugby, il Rugby Salerno e la Partenope Napoli, mentre nel girone B, ci saranno l’Arechi Rugby, la Sel. campana ed il Rugby Vesuvio. Quindi due gironi da tre e quattro squadre che si incontreranno con formula all’italiana con partite di sola andata. Al termine delle gare di girone, le squadre s’incontreranno per determinare la classifica nel seguente modo: 1° girone A contro la 1° del girone B per determinare il primo e secondo posto, 2° girone A contro 2° girone B, s’incontreranno per il terzo ed il quarto posto, 3° girone a contro 3° girone B, per stabilire il quinto ed il sesto posto. Verranno attribuiti a tutte le squadre due punti per la partecipazione, alla prima classificata dieci punri, alla seconda otto, sei alla terza, quattro alla quarta, alla quinta due, mentre alla sesta ed alla settima solo i due punti di partecipazione. Si ricorda che il punteggio della classifica è stato deciso dalla Fir, il regolamento di gioco è quello del Seven e che eventuali sanzioni nei confronti dei tesserati valgono per il proseguimento del torneo, trattandosi di attività ufficiale. Gli irpini quindi, o almeno quelli disponibili, questa sera proveranno a fare un allenamento, proposto da mister Caliano per le ore 19:00 al Campo Coni, dove alle 18:00 l’evergreen Mernone ed il dirigente Romeo, saranno presenti con la juniores agli Sportdays. Hanno dato disponibilità, capitan Pericolo, Fabbro/Sellitto, i due Gaita, la roccia Spiniello, il tabaccaio Vietri, Govetosa, e probabilmente il piccolo pastore Lombardi e la new entry De Piano, oltre ai veterani del club. Non è da escludere che casomai dovrebbero presentarsi defezioni in extremis, venga chiesto al direttore tecnico Bianco di lasciare ai biancoverdi i quattro irpini della selezione Under 23, nelle prossime sicuramente il quadro sarà più completo ed aggiornato.

Non arrivano buone notizie dall’infermeria, purtroppo. Il giovane veterano del club di Roca: Carmine Barbarisi, la scorsa settimana si è sottoposto ad un nuovo intervento chirurgico, sempre al ginocchio sx, dove nella primavera del 2013 fu operato al legamento crociato anteriore, dopo aver disputato dieci partite in questo torneo, siglando anche due mete di pregevole fattura, l’avanti mercoglianese, dopo un nuovo colpo sempre allo stesso ginocchio, si è dovuto nuovamente fermare; dopo accurati accertamenti, lo staff medico guidato dal prof. Lalla ha deciso per un nuovo intervento, dove gli è stata rimossa una buona parte del menisco mediale interno a seguito ad una rottura, come si definisce in gergo “a manico di secchio”. L’intervento è riuscito, il ventiquattrenne riesce a camminare regolarmente, anche se aiutato da una stampella che dovrà tenere ancora per un paio di settimane. Dopodichè andrà di nuovo a controllo, sul suo possibile ritorno sui campi da gioco, Barbarisi appare abbastanza scettico, queste sono le sue riflessioni : ” Il dottore che mi ha operato, mi ha detto che ho subito un brutto trauma, che ha interessato anche il legamento già operato, che ha portato all’indebolimento dello stesso, mi ha consigliato di stabilire un programma graduale di recupero – ha poi aggiunto sperando che l’estate porti a più benevoli consigli – il ginocchio ha già subito due traumi che mi son costati due dolorosi interventi, la paura di tornare nuovamente sotto i ferri, è tanta, sarà una decisione difficile da prendere sul mio possibile ritorno sui campi da rugby, ci penserò a lungo, l’estate porterà sicuramente consiglio. Ciò non toglie che qualsiasi decisione prenderò farò sempre parte dell’Avellino Rugby”.