Svanisce all’ultimo calcio il sogno di Banca Cras

unnamed

Il sogno della serie B si spenge all’ultimo calcio piazzato con la palla spedita a lato da Mondet. E’ questo il malinconico epilogo di un match intensissimo, combattuto, incerto fino all’ultimo istante che ha visto nella ripresa una sola squadra in campo, quella bianconera, rimontare dallo 0-15 al 15-15 e sfiorare, sull’onda dell’entusiasmo, la segnatura finale.
Ma andiamo con ordine. SI gioca con un vento fortissimo che spira da nord a sud che condiziona tutti i movimenti tattici. Civitavecchia, gioca il primo tempo con il vento alle spalle. Ma è Siena che fa la partita, alla mano nei primi minuti. Civitavecchia soffre, concede quattro calci di punizione (impossibili da trasformare) e subisce anche un cartellino giallo. Poi, intorno al venticinquesimo, viene fuori pian piano. Al 26′ una serie di pick and go supera la linea bianca, ma senza schiacciatura. Al 30′ si rompe finalmente l’equilibrio. Civitavecchia mette a segno un piazzato con Trivellone per fallo di Siena in mischia. Siena reagisce, ma commette due errori esiziali, che scavano un solco tra le due squadre: al 36′ Bernardoni perde un pallone in ricezione, Manuelli trova un varco lungo l’out e schiaccia (8’0). Al 38′ Guideri non controlla un up and under, commettendo un in avanti, l’abile Diottasi gioca il vantaggio, trova un varco e mette ancora una volta il pallone dentro (15-0).
Sembrerebbe finita ma la maggiore freschezza dei senesi e il vento a favore fanno sperare in una possibile rimonta. Siena inizia subito bene, e al 9′ Mondet cancella lo zero dal tabellino dalla piazzola (15-3), I bianconeri si fanno sotto costringendo i padroni di casa a innumerevoli falli. Saranno ben tre i giocatori in maglia biancorossa cacciati per dieci minuti dal campo (contro uno).
La partita è combattutissima, ogni pallone è aspramente conteso. Intorno alla metà del tempo Civitavecchia riesce a guadagnare qualche metro, riportando il gioco intorno alla metà campo. Ma dura poco. Il finale è un monologo senese. 32′ Civitavecchia rischia di subire una meta tecnica; 34′: dopo una serie di caparbi pick and go Dupré viola finalmente l’area di meta avversaria (15-10). 38′ ancora assalti tambureggianti; 43′: touche: maul, Frati trova un varco e impatta (15-15). Mondet fallisce ahimé la trasformazione. Ma si continua, con i padroni di casa, in grandissima difficoltà. 47′:ennesimo match ball per Banca Cras ma Mondet, da 45 metri, fallisce di poco i pali.
Si va dunque ai calci piazzati; una serie di tre calci per parte. Civitavecchia ne mette dentro due, Cus Siena, uno. Finisce così, a testa alta, ma con grande malinconia, il terzo assalto bianconero alla promozione in serie B.

Commento finale di Michele Rizzi, Presidente Siena RC 2000: “Abbiamo perduto a testa alta. Andare sotto di 15 punti con una squadra esperta, pesante, e rimontare, grazie a una mischia dominante, una touche sempre vincente, non è facile. I ragazzi hanno mostrato una grande intensità di gioco, sono stati performanti. Peccato davvero, ci abbiamo creduto fino alla fine, Civitavecchia era in visibilissimo affanno nel finale, e per un niente si è salvata dalla capitolazione. Purtroppo lo sport è così. I penalty finali hanno regalato ai laziali la promozione. Onore a loro, che hanno lottato strenuamente e sono riusciti a coronare il sogno. Un sogno che a noi non pare riuscire. Ci riproveremo”.

CENTUMCELLAE CIVITAVECCHIA – CUS SIENA RUGBY 15-15
Penalty: 2-1
Civitavecchia: Massai; Rodriguez, Trivellone, Cappelletti, Diottasi; Coppeto, Marcellini; Onofri, Gargiullo, Fraticelli; Natalucci, Manuelli; Giordano, Orchi, Bitti.
Cus Siena: Bertolozzi; Guideri, Carmignani, Gembal, Bernardoni; Mondet, Trefoloni; Capresi, Moscadello, Faleri; Marzi, Bartoli; Dupré, Perondi, Pezzuoli. All. Ferluga.
Arbitro: Castagnoli
Marcatori: 30′ cp. Trivellone (C), 36′ m. Manuelli (C), 38′ m. Diottasi (C) tr. Trivellone. St. 9′ cp. Mondet (S); 34′ m. Dupré (S) tr. Mondet; 43′ m. Frati (S).
Piazzati finali: Per Civitavecchia: Coppeto e Diottasi; per Siena Gembal.
Note: Guardalinee: Angelucci, Iavarone. Quarto uomo: Cennini. A disposizione per Cus Siena: Giambi, Rocchigiani, Bocci, Coltellacci, Frati, Terrero Pena, Fineschi.
Cartellini gialli: 8′ Manuelli (C), 20′ Simeone (C). St. 18′ Dupré (S), 27′ Bitti (C), 30′ Giordano (C).
Spettatori 300 circa, con folta rappresentanza senese.