Super Rugby: la mischia Sharks vince, ma che spettacolo gli Highlanders

super rugby sharks highlanders risultato

Incredibile ed equilibratissima sfida a Durban tra sudafricani e neozelandesi, valevole come secondo barrage di giornata.

Partono subito forte gli Sharks che fanno la partita nei primi minuti, obbligano gli Highlanders al fallo e dopo 3 minuti Frans Steyn muove il tabellino dalla piazzola. Provano a reagire i verdi di Otago, c’è tanto ping pong tattico e si aspetta l’errore al piede. Ma è sempre la squadra di casa a mostrare maggior sicurezza, con i neozelandesi titubanti in touche e mischia. E, così, all’ennesima mischia persa arriva l’occasione e la meta di maul degli Sharks che allungano dopo 13 minuti. E’ tremenda la superiorità del pack sudafricao e al 18′ sembra ancora meta per i padroni di casa, ma Walsh dà un doppio movimento e gli Highlanders s salvano.

Così nonostante il dominio gli Sharks non riescono a scappare e, anzi, sono gli Highlanders a sprecare un paio d’occasioni d’oro per riportarsi sotto nel punteggio. Al 25′, così, sono gli ospiti a mettere i primi punti sul tabellone, con un calcio dalla distanza di Sopoaga. Ma subito dopo gli Sharks si riaffidano alla maul per conquistare fallo e tre punti e riportarsi a +10. Due minuti e match riaperto da Fekitoa, che da solo buca la difesa Sharks, spinge, insiste e prima meta Highlanders. E dopo un errore dalla piazzola di Steyn sono anche i neozelandesi a dare spettacolo, che palla in mano fanno magie e a tempo scaduto arriva l’incredibile vantaggio degli Highlanders, che marcano una meta fantastica con Kane Hames, dopo un’azione alla mano perfetta, mentre gli Sharks sono sotto shock, dopo aver dominato il primo quarto di gara. Si chiude così sul 13-17, nonostante i padroni di casa dominino nelle fasi statiche, mentre gli ospiti creano di più palla in mano.

Poco cambia nella ripresa, con gli Sharks che puntano sul pack e gli Highlanders sulla fantasia. Così al 48′ sono i neozelandesi a poter andare a punti con Sopoaga che non sbaglia. Al 53′ gli Highlanders commettono un suicidio ovale. Palla in area di meta verde, rubata dagli Highlanders che la giocano invece di annullare e du Plessis schiaccia e Steyn impatta il punteggio. E due minuti dopo accende il turbo Tonderai Chavhanga, fa metà campo in una manciata di secondi e Sharks che tornano avanti.

Al 62′ nuova magia del XV di Dunedin, contrattacco veloce, offload da follia e meta di Burleigh che riporta avanti gli Highlanders. Tutto nuovamente ribaltato quando si entra nell’ultimo quarto di partita. Al 72′ gli Sharks sembrano aver riconquistato la vetta, Deysel schiaccia in meta di potenza, ma Steve Walsh spegne l’urlo del Kings Park perché la terza linea ha fatto avanti. Per tornare avanti ci si deve, così, affidare alla mischia e al 74′ Frans Steyn va sulla piazzola e Sharks avanti di un solo punto. A 60 secondi dalla fine piazzato per i sudafricani, Steyn passa un minuto, segna e Sharks che conquistano le semifinali. Vittoria figlia della mischia, con però mete spettacolare degli Highlanders e di Chavhanga.

SHARKS – HIGHLANDERS 31-27
Sabato 19 luglio, ore 17.05 – Kings Park, Durban
Sharks: 15 SP Marais, 14 S’bura Sithole, 13 JP Pietersen, 12 Paul Jordaan, 11 Lwazi Mvovo, 10 Francois Steyn, 9 Cobus Reinach, 8 Ryan Kankowski, 7 Willem Alberts, 6 Marcell Coetzee, 5 Stephan Lewies, 4 Anton Bresler, 3 Jannie du Plessis, 2 Bismarck du Plessis, 1 Thomas du Toit
In panchina: 16 Kyle Cooper, 17 Dale Chadwick, 18 Lourens Adriaanse, 19 Etienne Oosthuizen, 20 Jean Deysel, 21 Charl McLeod, 22 Pat Lambie, 23 Tonderai Chavhanga
Highlanders: 15 Ben Smith, 14 Richard Buckman, 13 Malakai Fekitoa, 12 Phil Burleigh, 11 Patrick Osborne, 10 Lima Sopoaga, 9 Aaron Smith, 8 Nasi Manu, 7 Shane Christie, 6 Elliot Dixon, 5 Joe Wheeler, 4 Jarrad Hoeata, 3 Chris King, 2 Ged Robinson, 1 Kane Hames
In panchina: 16 Liam Coltman, 17 Matias Diaz, 18 JP Koen, 19 Josh Bekhuis, 20 Tom Franklin, 21 Fumiaki Tanaka, 22 Trent Renata, 23 Gareth Evans
Arbitro: Steve Walsh
Marcatori: 3′ cp. Steyn, 13′ m. Coetzee tr. Steyn, 25′ cp. Sopoaga, 30′ cp. Steyn, 32′ m. Fekitoa tr. Sopoaga, 40′ m. Hames tr. Sopoaga, 48′ cp. Sopoaga, 53′m. du Plessis tr. Steyn, 55′ m. Chavhanga, 62′ m. Burleigh tr. Sopoaga, 74′ cp. Steyn, 80′ cp. Steyn

Segui @Rugby1823 su Twitter

Seguici su Google+

Super Rugby: la mischia Sharks vince, ma che spettacolo gli Highlanders é stato pubblicato su rugby1823.it alle 18:52 di sabato 19 luglio 2014.