Super Rugby: Kirwan avverte “Un club giapponese? Controproducente”

john kirwan

L’ex ct del Giappone teme che l’ingresso nel Super Rugby possa distruggere il campionato nazionale. Con argomenti che ricordano lo ‘scontro’ Celtic League vs Eccellenza.

Chi sa se parlando del Giappone John Kirwan pensava all’Italia e alle polemiche che da anni gravitano attorno al crollo di qualità e interesse che ha avuto l’Eccellenza con l’ingresso nella Celtic League/Guinness Pro 12? Quel che è certo è che le parole dell’ex ala All Blacks risuonano molto simili a quelle sentite in Italia, anche se l’argomento è il Giappone.

Nella querelle su quale club debba entrare dal 2016 nel Super Rugby si infila anche l’attuale tecnico degli Auckland Blues. Kirwan ha allenato il Giappone, è legato al rugby nipponico e – a sorpresa – si schiera contro l’ingresso di una franchigia del Sol Levante nel Super Rugby. Perché? Perché potrebbe distruggere tutto ciò che di buono il Giappone ha costruito sino a oggi nella palla ovale.

“La cosa più importante per il Giappone è di continuare a puntare sul loro campionato. Non mi piacerebbe vederla trasformata in una nazione da una sola franchigia. Devi continuare a coinvolgere le grandi aziende, altrimenti i club moriranno lentamente come è successo qui da noi”.

La grande differenza tra il Giappone e l’Italia, infatti, è che la League nipponica attira sponsor multinazionali, con tutte le più grandi aziende del Sol Levante coinvolte, cosa che nell’Eccellenza preceltica non era neanche lontanamente sognabile. Per questo Kirwan teme che puntare mediaticamente e sportivamente su un solo cavallo – col rischio concreto che sia pure perdente in campo – significhi perdere gran parte di queste aziende. Un solo team a Tokio allontanerebbe il rugby dalle altre grandi città e dai loro sponsor.

Kirwan, va detto, è stato a Singapore proprio poche settimane fa per il torneo di rugby a 10 vinto dai Blues e lì è stato avvicinato e ha parlato con chi sta portando avanti la candidatura di Singapore. “Hanno una grande visione” ha detto l’ex ct azzurro, che poi ha sottolineato come il livello del Super Rugby sia cresciuto tantissimo e che, chi arriverà nel 2016, non potrà permettersi di far fare passi indietro alla qualità del torneo.

Segui @Rugby1823 su Twitter

Seguici su Google+

Super Rugby: Kirwan avverte “Un club giapponese? Controproducente” é stato pubblicato su rugby1823.it alle 09:00 di domenica 20 luglio 2014.