Sudafrica per andare in testa, Argentina per la sua storia

ph. Mike Hutchings/Action Images

Il pareggio tra All Blacks e Australia darà un’ulteriore spinta al Sudafrica, che scende in campo contro l’Argentina alle ore 17 e in diretta su Sky SPort 2. Obiettivo vittoria e tante mete per partire col piede giusto e mettersi subito in testa. Ma contro un’Argentina in cerca della prima volta nel torneo non sarà facile, anche se sulla carta i Pumas partono decisamente un gradino indietro. Molta curiosità per vedere all’opera la coppia di centri de Allende – de Villiers, mentre il giovane Pollard dovrà dimostrare di saper guidare il gioco in un match tanto importante.

South Africa: 15 Willie le Roux, 14 Cornal Hendricks, 13 Damian de Allende, 12 Jean de Villiers (c), 11 Bryan Habana, 10 Handré Pollard, 9 Ruan Pienaar, 8 Duane Vermeulen, 7 Willem Alberts, 6 Francois Louw, 5 Lood de Jager, 4 Bakkies Botha, 3 Jannie du Plessis, 2 Bismarck du Plessis, 1 Tendai Mtawarira.
Riserve: 16 Adriaan Strauss, 17 Trevor Nyakane, 18 Frans Malherbe, 19 Eben Etzebeth, 20 Marcell Coetzee, 21 Francois Hougaard, 22 Morné Steyn, 23 Jan Serfontein.

Argentina: 15 Joaquín Tuculet, 14 Horacio Agulla, 13 Marcelo Bosch, 12 Juan Martín Hernández, 11 Manuel Montero, 10 Nicolás Sánchez, 9 Martín Landajo, 8 Juan Manuel Leguizamón, 7 Juan Martín Fernández Lobbe, 6 Pablo Matera, 5 Tomás Lavanini, 4 Mariano Galarza, 3 Ramiro Herrera, 2 Agustín Creevy (c), 1 Marcos Ayerza.
Riserve: 16 Matías Cortese, 17 Lucas Noguera Paz, 18 Nahuel Tetaz Chaparro, 19 Matías Alemanno, 20 Leonardo Senatore, 21 Tomás Cubelli, 22 Santiago González Iglesias, 23 Lucas González Amorosino.

L’articolo Sudafrica per andare in testa, Argentina per la sua storia sembra essere il primo su On Rugby.