Stop al Fermo: Camerino in cattedra

Continua il momento d’oro degli universitari. Ingranata la marcia vincente, sembrano ormai averci preso gusto. Camerino scala inesorabilmente la classifica (eh se non ci fossero stati gli 8 punti penalizzazione!), battendo e sorpassando proprio i fermani, avversari di oggi.

I piceni si presentano già in difficoltà, scendendo in campo praticamente senza panchina. I ducali partono bene imponendo il proprio gioco: tre mete in poco più di cinque minuti per far capire chi comanda. Primo tempo chiuso sul 22 a 0. La risposta del Fermo non tarda a farsi vedere: Camerino chiuso per una buona decina di minuti, nei propri cinque metri. Una brusca ripartenza da mischia chiusa, porta in meta il mediano di apertura ospite. E’ l’unica meta a “firma fermana”.

I gialloneri serrano i ranghi e stringono i denti. Per i cussini si scatenano in meta Morselli (due), Giordani, Paganelli, Bisbocci e Gori. Acquisito il risultato, i padroni di casa si limitano, riprendendo fiato, a controllare il gioco per un risultato finale che li vede incamerare meritatamente i cinque punti che li porta a metà classifica in virtù del risultato finale di 47 a 7. E domenica, ancora in casa: ospite i pari classifica del Sena, avversario che, allo stato di fatto, sembra essere alla portata dei ducali.