Secondo posto per il Mantova nella quarta e ultima tappa del Campionato di Rugby a 7

A Segrate erano 5 le formazioni partecipanti: oltre alle padrone di casa del Cus Milano le virgiliane hanno sfidato Monza e le due squadre del Calvisano.

Esordio difficilissimo con la prima squadra di Calvisano, che per l’occasione ha raccolto le migliori giocatrici di Brescia, Lodi, Cremona e Rovato. Nei due precedenti incontri erano arrivate due sconfitte abbastanza nette, ma oggi le biancorosse partono con la grinta giusta, segnano a ripetizione nel primo tempo e nel secondo gestiscono il risultato e chiudono l’incontro sul 31 a 10

Secondo impegno con il Monza, forte di giocatrici con esperienza di Serie A e reduci dell’ultimo 6 Nazioni. L’incontro non ha storia, sono 5 le mete subite con un 40 a 0 finale che ammette poche repliche.

A seguire il Mantova sfida le padrone di casa del Cus Milano, la reazione dopo la sconfitta col Monza è positiva e le mantovane segnano 7 mete subendone una sola, fissando il punteggio sul 39 a 7 finale.

Ultimo impegno con la seconda squadra di Calvisano e nuova vittoria per 33 a 0.

Evoldi: “Le ragazze hanno espresso un gioco molto efficace, si sta vedendo il lavoro che stiamo facendo sul passaggio e sulla ricezione del pallone e il risultato oggi è stato ottimo, con tutte le mete nate da gioco nello spazio. Dispiace per la partita con il Monza, non tanto per il risultato ma perchè abbiamo perso un’occasione per confrontarci al nostro meglio con una squadra di livello superiore. Siamo una squadra giovane, sia dal punto di vista anagrafico che da quello rugbistico e sono quelle le partite che ci fanno crescere. Purtroppo l’approccio della squadra è stato troppo remissivo, quasi timoroso e questo è un aspetto sul quale dobbiamo lavorare molto. Il bilancio dell’esperienza del Seven a tutto campo è sicuramente positiva e abbiamo acquisito competenze che sicuramente ci serviranno in Coppa Italia. Mi sento di elogiare le mie giocatrici anche dal punto di vista dell’attaccamento alla squadra, erano molte le acciaccate e le infortunate che non si sono tirate indietro dando il massimo finchè hanno potuto”

Mantova Femminile: Boutere, Caleffi, Ceccardi, Guariglia, Maestrini, Merlo, Morra, Parma, Rizzardelli, Rodelli