Scuola di rugby, élite e Accademie: inizia una grande stagione per le giovanili del Pro Recco Rugby

U16 Calvisano

Gli splendidi risultati della scorsa annata sono, per tutte le compagini della Pro Recco Rugby, il miglior slancio e stimolo per una nuova ed entusiasmante stagione, che inizia ricca di novità e progetti che coinvolgono il settore giovanile.
Sono andati bene i “grandi”, con la prima squadra ha raggiunto i play off in A1 per il secondo anno consecutivo e la Cadetta che ha dominato il campionato ligure di serie C. Sono andati benissimo i nostri giovani, con l’under 18 che ha conquistato l’accesso diretto al campionato élite e l’under 16 che ha sfiorato le finali nazionali e, con il secondo posto in classifica, ha mantenuto la permanenza in élite. I più piccoli, l’under 14 e tutte le squadre della categoria propaganda, hanno primeggiato nei relativi concentramenti liguri e mai nella storia delle squadre recchesi si è raggiunto un così alto livello di qualità e un così alto numero di tesserati.

L’ottima gestione del Centro di Formazione under 16 è stata una conferma dell’impegno e della professionalità che la Pro Recco Rugby sa esprimere e tutto ciò ha suggerito ai dirigenti biancocelesti che è arrivato il momento giusto per iniziare un nuovo percorso e di fare un ulteriore salto di qualità nell’insegnamento del rugby: l’idea di una Scuola di Rugby diventa realtà. Il nuovo progetto è dedicato in particolare agli atleti nati nel 1997 e nel 1998. Le tre sedute settimanali di allenamento prevedono: gioco al piede, prese al volo, mischia e skills e saranno gestite dal coordinatore sportivo Claudio Ceppolino in collaborazione con Carlo Gatti, Lisandro Villagra, Bastien Agniel, Santiago Gonzalez Quaranta e Alessio Casareto. Con questo grande impegno la società punta ad intraprendere una nuova strada attraverso la quale continuare a far crescere tutti quegli atleti che hanno superato l’età di partecipazione ai Centri di Formazione e che hanno ancora grandi possibilità di apprendimento e di miglioramento.

Ci sono novità anche per i piccoli atleti delle categorie Propaganda: Oreste Di Tota sarà il nuovo coordinatore sportivo di U6,U8 e U10 e sarà dedicato molto spazio al lavoro nelle scuole elementari e medie della zona.

Non verranno trascurati neanche i genitori ed i rapporti tra loro e la Società: è stato infatti redatto un utile e costruttivo codice di comportamento per dirigenti, allenatori e genitori coinvolti nel settore giovanile.

Grandi soddisfazioni arrivano anche dalle Accademie: Davide Ciotoli corona il suo percorso accademico entrando a far parte della rosa dell’Accademia Federale Ivan Francescato di Parma e gli Squaletti Di Tota, Rivolo e Torre raggiungono Barisone, Gaggero e Quintieri in Accademia U18 a Torino.