Sconfitta di misura per i Ruggers della Bassa Bresciana

unnamed

Non è stata una visita di piacere visto il risultato sfavorevole, la finale di andata valevole per un posto in serie B, che Domenica 8 Giugno ha visto il Pordenone rugby ospitare in casa la Bassa Bresciana.
Allo scadere del tempo regolamentare il tabellone segnava 9 – 7 decretando, seppur di misura, la sconfitta della Bassa. Inutile descrivere la delusione sulle facce dei giocatori che avevano speso ogni energia in loro possesso per ribaltare un risultato ed una partita che non sono mai riusciti a dominare per quasi 80 minuti. I Friulani portano a casa una vittoria e 4 punti ma non senza fatica; in vantaggio dopo pochi minuti grazie ad un piazzato, il risultato rimane invariato fino alla fine del primo tempo.
Quello che cambia è il numero di giocatori presenti sul campo. Già perché al 39′, quasi sul termine dei primi 40 minuti, Tampella si fa espellere dall’arbitro per un fallo di anti gioco. Quaranta minuti con occasioni sprecate da entrambe le parti ma con un gioco alla mano, a cui la BBR ci ha ormai abituato, che stenta a decollare.
Le Civette sono ben organizzate in mischia e nel secondo tempo la musica non cambia. Allo scoccare del primo quarto d’ora però l’arbitro decide che un ingresso laterale di Sangregorio non è accettabile e punisce il bassaiolo con un giallo che di fatto lascia i compagni in tredici a sudare ancora di più sotto il solleone. E’ in questi momenti che, chi ha giocato lo sa, si riesce a trovare una forza che sembrava ormai scemata e si gioca con la volontà e l’orgoglio di un leone. I padani con due uomini in meno tengono testa al Pordenone come fossero pari numero in campo. Dieci minuti comunque sofferti che però premiano la squadra, visto che pochi minuti dopo il rientro di Sangregorio, una corale azione dei trequarti bresciani si concretizza grazie ad un invenzione di Ferrari che vede il momento di crisi degli avversari e con un calcetto a seguire va a riprendersi per poi schiacciare in area di meta un pallone che vale tutta la sofferenza patita. Trasformazione eseguita dallo stesso Ferrari che porta il risultato appunto sul 9 – 7. I minuti finali non vedono altre novità se non i cambi di rito per innestare nuove forze fresche.
Fischio finale con delusione per una sconfitta che fa male a tutta la Bassa ma gli applausi arrivano comunque meritati dai supporter e dagli avversari .
Rimane solo una consapevolezza: Ci sono ancora 80 minuti da disputare nella tana del leone, che venderà cara la pelle, poiché nulla è ancora scritto.
Di seguito la formazione della BBR
Prima linea Castiglia L., Alessi G., Del Re M.(Capitano), seconda linea Caprioli S., Canobbio A. terza linea Calzoni D., Belluati E., Olivetti A., Mediano di mischia Carilli F., Mediano di apertura Ferrari M., Centri Galanti M., Trivella M. , Ali Sangregorio A.(amm.15′ st), Tampella S.(esp. 39′ pt), Ravazzolo C. all’estremo.
Mete
Ferrari M. 32′ s.t. trasf Ferrari