Samoa, il Presidente attacca: i giocatori sono dei “little children”

ph. Sebastiano Pessina

Continua il faccia a faccia tra Federazione samoana e giocatori. O meglio, il muro contro muro. Già, perché il Primo Ministro e Presidente federale Tuilaepa Sa’ilele Malielegaoi non è disposto a cedere sulle richieste dei giocatori, in particolare per quanto riguarda la rimozione di due membri Senior della Federazione stessa. Non solo, Sa’ilele Malielegaoi ha definito i giocatori “little children”, colpevoli di “foolish thinking”, e dichiarato che l’eventuale boicottaggio del match contro l’Inghilterra era alimentata da giocatori a fine carriera e che pensano più ai soldi che alla maglia. E la frase “non centrano i giocatori col modo in cui la Federazioneè organizzata” getterà ulteriore benzina sul fuoco.

L’articolo Samoa, il Presidente attacca: i giocatori sono dei “little children” sembra essere il primo su On Rugby.