Rugby e televisione: i diritti per le coppe europee a IMG Media

ph. Sebastiano Pessina

Novità importante nella vicenda dei diritti televisivi per le nuove coppe europee: il board della EPCR ha siglato un contratto con la IMG Media per i paesi al fi fuori di Francia e Gran Bretagna, Italia compresa quindi, ma solo dal 2015/2016.
Il comunicato della European Professional Club Rugby

L’European Professional Club Rugby (EPCR) si è assicurato il suo secondo contratto più sostanzioso in termini di importanza economica con la conferma che la IMG Media ha siglato un accordo di quattro anni per i diritti televisivi globali dei tornei dell’EPCR a partire dalla stagione 2014/15.

La nuova partnership con l’IMG, che genererà un aumento sostanziale in fatturato rispetto ad accordi precedenti, copre i diritti televisivi al di fuori di Regno Unito, Irlanda e Francia, per le neonate coppe European Rugby Champions Cup, European Rugby Challenge Cup e il torneo di qualificazione alla Challenge Cup.

I diritti televisivi per l’Italia entreranno a far parte dell’accordo dalla stagione 2015/16.

L’IMG metterà in vendita i diritti della diretta e degli highlight su tutte le piattaforme per i 67 incontri della European Rugby Champions Cup, oltre ai play-off, ai 19 incontri della European Rugby Challenge Cup e alle partite del torneo di qualificazione alla Challenge Cup per le provincie o club emergenti.

I due tornei principali, che prendono il posto della Heineken Cup e della Amlin Challenge Cup, metteranno in campo 38 club professionisti dalle 6 nazioni partecipanti – Inghilterra, Francia, Irlanda, Italia, Scozia e Galles – che si qualificano nei rispettivi campionati di casa, ovvero l’Aviva Premiership, Top 14 e Pro12. A questi si aggiungeranno due club o provincie che usciranno vincitori dal torneo di qualificazione.

Soddisfatto del nuovo accordo, Bruce Craig, del Comitato Esecutivo dell’EPCR, ha commentato: “Questa nuova collaborazione con l’IMG segue a ruota la conclusione del contratto per i diritti televisivi nel Regno Unito con BT Sport e BskyB. L’IMG condivide la nostra ambizione e visione per questi tornei, e non vediamo l’ora di lavorare con loro per garantire che il rugby europeo a livello di club professionistici esprima il suo potenziale tanto nei mercati consolidati quanto in quelli emergenti”.

“Ora possiamo guardare al calcio di inizio di ottobre forti di una posizione commerciale molto solida; ci aspettiamo inoltre un altro annuncio importante nei prossimi giorni, al termine della gara per la vendita dei diritti televisivi per la Francia”.

Michael Mellor, SVP per l’IMG Media, ha commentato: “È l’alba di una nuova epoca per il rugby europeo a livello di club professionistici e siamo entusiasti di esservi coinvolti sin dall’inizio. Crediamo che la nostra ampia rete internazionale di uffici e la nostra esperienza nella commercializzazione del rugby ci collochino in una posizione ottimale per diffondere la conoscenza dei due principali tornei europei su tutte le piattaforme di trasmissione”.

L’EPCR è nata nell’aprile 2014 ed è formato da nove soci, sei federazioni – IRFU, FIR, FFR, RFU, Scottish Rugby e WRU – e tre leghe – Premiership Rugby, Ligue Nationale de Rugby e Regional Rugby Wales.

Entrambi i tornei partiranno a ottobre del 2014, si disputeranno in nove weekend e si concluderanno con le finali nel weekend dell’1 e 2 maggio 2015.

L’articolo Rugby e televisione: i diritti per le coppe europee a IMG Media sembra essere il primo su On Rugby.