Rugby e soldi: il Pro12 alla ricerca dello sponsor perduto

ph. Sebastiano Pessina

Quando l’Italia è entrata nel mondo celtico Aironi e Benetton Treviso hanno preso parte alla Magners Celtic League, diventata poi Rabodirect Pro12 (con le Zebre in sostituzione degli Aironi). Ora però il contratto che lega il board celtico a Rabodirect è scaduto con la conclusione della stagione appena terminata e non è stato rinnovato. Notizia non nuova, la cosa si sapeva già da tempo, però tarda ad arrivare l’annuncio di quello che dovrebbe diventare il nuovo main-sponsor della manifestazione.
A OnRugby risulta che trattative siano in corso ma che la firma non sarebbe imminente e che non sarebbero pochi i problemi sul tavolo per chiudere la contrattazione. Indiscrezioni riportano come non si possa al momento affatto escludere l’ipotesi che il torneo rimanga senza uno sponsor principale, anche se va sottolineato che sono voci che non hanno nulla di ufficiale.
I prossimi giorni saranno probabilmente determinati per dipanare una matassa non semplice per un torneo che è in qualche modo schiacciato dall’interesse mediatico suscitato da Premiership e Top 14, competizioni che possiedono un appeal che quello celtico non ha.

L’articolo Rugby e soldi: il Pro12 alla ricerca dello sponsor perduto sembra essere il primo su On Rugby.