Rugby Championship: il Sudafrica di bonus, vince la battaglia con l’Australia

ph. Stringer/Action Images

Parte bene il Sudafrica ma un’Australia in grande crescita e molto determinata prende in mano le redini del gioco a metà del primo tempo per poi tenerle a lungo. In campo è una vera battaglia (più che buona la prova dell’osservato speciale Tebo Mohoje, secondo molti schierato per la spinosissima questione delle “quote nere”) ma alla fine del primo tempo a uscirne a testa più alta è l’Australia che conduce 10 a 5.
Il secondo tempo ci regala una partita di grandissima intensità, con tanti errori e con gli attacchi di entrambe le squadre che sbagliano parecchio. E sbaglia incredibilmente Pat Lambie al 65′ una punizione facile facile che avrebbe significato il sorpasso. Wallabies che però vanno in riserva, non riecono più ad avanzare come prima e a contenere i furibondi attacchi Springboks. Al 70′ arrva il drop dello stesso Lambie che stavolta finisce tra i pali al termine di un’azione da quasi trenta fasi: Sudafrica avanti 11 a 10.
Australia che prova a ripartire subito ma butta via la palla, padroni di casa che scattano come molle e con un bello spunto di Hendricks si porta a ridosso della linea di meta. Poi è il festival degli errori con la palla che cambia padrone tre volte in pochissimi secondi, alla fine è capitan de Villiers a chiudere la gara con la meta che porta il risultato sul 16 a 10.
Al 78′ Pat Lambie schiaccia in meta al termine dell’ennesima azione arrembante sudafricana e risultato che si fissa sul 21 a 10. Finita? No: all’ultimo secondo è ancora de Villiers a regalare il bonus. Lambie trasforma e partita finita 28 a 10, fin troppo penalizzante per l’Australia che ha chiuso senza più forze.
Vittoria meritata del Sudafrica capace di incassare i colpi australiani e di crescere cn il passare dei minuti, grazie anche a una panchina che porta quantità e qualità. Gara davvero emozionante e bella.

Sudafrica: 15 Willie le Roux, 14 Cornal Hendricks, 13 Jan Serfontein, 12 Jean de Villiers (c), 11 Bryan Habana, 10 Handrè Pollard, 9 Francois Hougaard, 8 Duane Vermeulen, 7 Tebo Mohoje, 6 Marcell Coetzee, 5 Victor Matfield, 4 Eben Etzebeth, 3 Jannie du Plessis, 2 Adriaan Strauss, 1 Tendai Mtawarira
Riserve: 16 Bismarck du Plessis, 17 Trevor Nyakane, 18 Marcel van der Merwe, 19 Bakkies Botha, 20 Schalk Burger, 21 Cobus Reinach, 22 Pat Lambie, 23 JP Pietersen

Australia: 15 Israel Folau, 14 Adam Ashley-Cooper, 13 Tevita Kuridrani, 12 Matt Toomua, 11 Joe Tomane, 10 Bernard Foley, 9 Nick Phipps, 8 Ben McCalman, 7 Michael Hooper (c), 6 Scott Fardy, 5 Rob Simmons, 4 Sam Carter, 3 Sekope Kepu, 2 Saia Fainga’a, 1 James Slipper.
Riserve: 16 James Hanson, 17 Benn Robinson, 18 Ben Alexander, 19 James Horwill, 20 Scott Higginbotham, 21 Nic White, 22 Kurtley Beale, 23 Rob Horne.

Marcatori per il Sudafrica
Mete: Coetzee (12), de Villiers (71), Lambie (78)
Conversioni:
Punizioni: Pollard (43)
Drop: Lambie (69)

Marcatori per l’Australia
Mete:
Conversioni: Foley (27)
Punizioni: Foley (24)

L’articolo Rugby Championship: il Sudafrica di bonus, vince la battaglia con l’Australia sembra essere il primo su On Rugby.