Rovigo al bivio: Zambelli “O si vince, o si taglia”

rabbia rovigo

Il presidente dei rossoblu ‘minaccia’ la squadra, pretendendo il titolo dopo una nuova campagna acquisti da big.

Qui si fa lo scudetto, o si muore. E’ molto garibaldino Francesco Zambelli, numero 1 del Rovigo, che dalle pagine del Corriere del Veneto pone un aut aut alla squadra in vista della nuova stagione. Dove i traguardi andranno raggiunti dopo una nuova campagna acquisti di qualità.

“Dirò ai giocatori che hanno una grossa responsabilità quest’anno, più delle passate stagioni, dovranno dare il massimo sempre. Se non si vince lo scudetto, il rischio – molto elevato – è quello di non riuscire più a mantenere il trend economico che sino a oggi la Rugby Rovigo Delta ha condotto”.

Parole nette quelle di Zambelli, che però non sono una novità. Da tempo il presidente rossoblu ha posto il raggiungimento dei traguardi come condicio sine qua non per continuare a investire in maniera importante nella palla ovale. E le delusioni della scorsa stagione, con Eccellenza e Trofeo Eccellenza sfuggite all’ultimo, hanno lasciato l’amaro in bocca. E Zambelli non dà alibi ai giocatori e, soprattutto, ai tecnici Frati e De Rossi.

“Frati e De Rossi hanno il compito di vincere quest’anno perché sono stati accontentati in tutto. Io e il resto della società abbiamo condotto una campagna acquisti che ha arruolato nella squadra tutti i nomi che i due avevano richiesto. Ora tocca a loro occuparsi del resto”.

Nelle scorse settimane erano stati gli sponsor – a partire da Vea – a dare segnali ben chiari, con una voglia (poi repressa) di abbandonare il rugby. Poca visibilità, poco interesse mediatico, un ritorno d’immagine minimo e, infine, le sconfitte sul campo non hanno certo aiutato. E per Rovigo quella che inizierà sarà la stagione decisiva. Parola di Zambelli.

Segui @Rugby1823 su Twitter

Seguici su Google+

Rovigo al bivio: Zambelli “O si vince, o si taglia” é stato pubblicato su rugby1823.it alle 09:45 di martedì 05 agosto 2014.