Pro 12: Zebre Edimburgo, gli highlights [VIDEO]

Si è conclusa da poco la sfida di Parma tra le franchigia federale e gli scozzesi.

Match forse non spettacolare, ma dove regna l’equilibrio a Parma, con le Zebre che sfruttano la superiorità nelle fasi statiche – mischia e touche – mentre Edimburgo costruisce tanto, ma come spesso capita agli scozzesi, concretizza poco. Ma sono le mete di Cristiano e Ratuvou a regalare ai bianconeri un successo importantissimo.

Le Zebre guidate da Andrea Cavinato e capitanate per l’occasione da Quintin Geldenhuys festeggiano la quarta vittoria dell’anno in RaboDirect PRO12 superando per 26-13 al “XXV Aprile” di Parma l’Edinburgh Rugby: è il primo centro per i bianconeri contro una formazione scozzese e, a due turni dalla fine, tiene vive le speranze del XV del Nord Ovest di contendere sino al fischio finale della stagione un posto nella Champions Cup 2014/2015 ai cugini della Benetton Treviso.

Non parte nel migliore dei modi il match degli uomini di Cavinato, sotto per 0-3 dopo appena un minuto di gioco per un fallo in ruck che consente all’apertura scozzese Bezuidenhout di aprire le marcature.

Al sesto, dopo una serie di fasi nei ventidue scozzesi, Geldenhuys serve Vunisa che perde la palla un momento prima di schiacciarla al suolo: si torna sul vantaggio precedente ed Orquera trasforma da in mezzo ai pali la punizione del 3-3.

Dopo il pareggio del XV del Nord Ovest Edinburgh attacca per quasi cinque minuti, ma Geldenhuys e compagni mantengono un’ottima organizzazione difensiva, arrivando a sfiorare con Orquera la meta su rocambolesco capovolgimento di fronte.

Al quarto d’ora Leonard innesca Sarto per vie centrali, l’ala azzurra conquista la linea del vantaggio, il numero nove neozelandese sposta il gioco al largo ed è Venditti a marcare per il primo vantaggio italiano di partita. Orquera, sfortunato, colpisce il palo su trasformazione.

Gli ospiti provano a rifarsi sotto, ma è ancora da un’iniziativa di Sarto che arrivano nuovi punti per le Zebre, con Garcia che dopo una punizione conquistata dall’ala padovana centra i pali da lunga distanza: 11-3, ma gli scozzesi in rossonero accorciano sull’11-6 dalla piazzola una manciata di secondi dopo. Geldenhuys e compagni tengono alta l’attenzione e spingono sull’acceleratore, arrivando ad un passo dalla seconda meta con Venditti prima e Biagi poi. Si va a riposo con le Zebre sopra break grazie ad un secondo centro dalla distanza di Garcia, che da metà campo fa 14-6.

Le Zebre riprendono portandosi in avanti ma non concretizzano, Edinburgh cambia la mediana e da una scossa al proprio pomeriggio mandando il centro Scott in mezzo ai pali. Cuthbert trasforma: 14-13 e tutto da rifare per i bianconeri di Parma.

All’undicesimo capitan Geldenhuys si carica la squadra sulle spalle, trova il vantaggio in percussione e serve il compagno di pack Cristiano, che schiaccia oltre la linea il 19-13 quando sull’orologio di Fitzgibbon rimane meno di mezzora.

La franchigia federale resiste ad una folata avversaria ed entra nell’ultimo quarto di gara andando alla ricerca del colpo del possibile KO. Ratuvou, entrato da poco, semina il panico nella difesa ospite al sessantaduesimo ma perde palla in avanti andando a terra prima di servire un compagno, ma il pallino del gioco sembra comunque nelle mani degli italiani, che respirano anche grazie ad un errore dalla piazzola, da posizione centrale, di Cuthbert.

Iniziano gli ultimi dieci minuti di gioco e lo sforzo offensivo degli ospiti tocca il proprio apice, la squadra di Solomons – affiancato in panchina da due ex tecnici dell’Italia, Doussy e Mouneimne – da fondo alle ultime energie per ribaltare il risultato: provvidenziale, al settantatreesimo, un pallone recuperato da Vunisa su un punto d’incontro nella metà campo zebrata, che interrompe il momentum scozzese.

Tre minuti e le Zebre chiudono il match: mischia per Edinburgh sui cinque metri, pallone rubato dagli avanti allenati da Vincenzo Troiani e pallone che arriva al centro Ratuvou, che tocca in meta in mezzo ai pali. Orquera fissa sul 26-13 e le Zebre possono festeggiare la quarta vittoria stagionale, la prima di sempre contro una formazione scozzese.

ZEBRE – EDIMBURGO 26-13
Sabato 19 aprile, ore 15.30 – Stadio XXV Aprile, Parma
Zebre: 15 David Odiete, 14 Leonardo Sarto, 13 Tommaso Iannone, 12 Gonzalo Garcia, 11 Giovanbattista Venditti, 10 Luciano Orquera, 9 Brendon Leonard, 8 Samuela Vunisa, 7 Andries van Schalkwyk, 6 Filippo Cristiano, 5 George Biagi, 4 Quintin Geldenhuys, 3 Dario Chistolini, 2 Davide Giazzoni, 1 Matias Aguero
In panchina: 16 Tommaso D’Apice, 17 Andrea De Marchi, 18 Dave Ryan, 19 Michael van Vuren, 20 Filippo Ferrarini, 21 Guglielmo Palazzani, 22 Kameli Ratuvou, 23 Dion Berryman.
Edimburgo: 15 Jack Cuthbert, 14 Tom Brown, 13 Matt Scott, 12 Andries Strauss, 11 Tim Visser, 10 Carl Bezuidenhout, 9 Sean Kennedy, 8 Dave Denton, 7 Roddy Grant, 6 Mike Coman, 5 Ollie Atkins, 4 Ben Toolis, 3 WP Nel, 2 Ross Ford, 1 Wicus Blaauw
In panchina: 16 James Hilterbrand, 17 Alasdair Dickinson, 18 Simon Berghan, 19 Alex Toolis, 20 Cornell Du Preez, 21 Grayson Hart, 22 Harry Leonard, 23 Sam Beard
Arbitro: Peter Fitzgibbon
Marcatori: 2′ cp. Bezuidenhout, 8′ cp. Orquera, 16′ m. Venditti, 29′ cp. Garcia, 33′ cp. Bezuidenhout, 40′ cp. Garcia, 45′ m. Scott tr. Bezuidenhout, 52′ m. Cristiano, 78′ m. Ratuvou tr. Orquera

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter e @Google+