Pro 12: Treviso, un budget di (quasi) otto milioni per risalire

Amerino Zatta 01

Dopo l’annuncio di ieri del rinnovo dell’accordo con la Fir Amerino Zatta parla di numeri. E non solo.

Il parto è durato tantissimo, ricco di dolorosi travagli, ma finalmente ieri Benetton Treviso e Fir hanno partorito l’accordo che vedrà i veneti proseguire l’avventura celtica per altri quattro anni. Ma rispetto al primo quadriennio molte cose cambieranno, a partire dall’impegno economico delle parti.

Come si leggeva ieri nel comunicato ufficiale, infatti, l’apporto della Federazione sarà di 4 milioni di euro l’anno, a fronte di una maggiore collaborazione sinergica della Benetton in ottica nazionale e crescita dei giocatori, dirigenti e tecnici d’interesse nazionale. Oggi sulla Gazzetta dello Sport, invece, Amerino Zatta conferma le voci sull’impegno economico della Benetton.

Un impegno che sarà poco meno del 50% del budget complessivo, quindi poco meno dei 4 milioni che ci mette la Fir. Insomma, un budget di circa 8 milioni, non lontano da quello degli ultimi anni, ma che vedrà un esborso minore da parte del club a fronte di un aumento di quello federale. Non solo, ma nei prossimi giorni la Benetton metterà nero su bianco tutti i giocatori in uscita (e tra ritiri e trasferimenti sarà una lunga lista), mentre per capire come saranno i biancoverdi del futuro si dovrà ancora aspettare.

E potrebbe esserci un ultimo, ennesimo, colpo di scena. La Benetton fatica a trovare un nuovo direttore sportivo e, così, la Gazzetta sottolinea come si fa sempre più forte la voce che Vittorio Munari potrebbe, alla fine, restare al suo posto. Se, poi, pro tempore o in modo definitivo non è chiaro.

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+ e Pinterest