Pro 12: Treviso senza scampo, Warriors a valanga

Si è appena conclusa la sfida di Monigo tra i veneti e i Warriors.

Niente da fare per la Benetton Treviso, che contro i Glasgow Warriors restano in partita un tempo grazie al piede di Berquist, ma le mete di Saymour fanno la differenza, con gli scozzesi che confermano l’ottimo momento, mentre i veneti soffrono con una squadra scelta più in base agli infortuni che altro.

Niente da fare per il Benetton Treviso che saluta Monigo con una partita simbolo di questa stagione, nata e vissuta tra tante difficoltà. Fasi iniziali con il Benetton pimpante ma nel primo quarto di gara il risultato si muove solo con due calci piazzati: prima Mat Berquist e poi Russell per il pareggio. Il primo tempo si rompe in favore degli scozzesi proprio subito dopo e paradossalmente in seguito ad un’azione offensiva trevigiana. Angelo Esposito recupera palla e fa il break seminando avversari. La palla viscida non consente successivamente una buona trasmissione e resta vagante. La recupera al piede Seymour che la calcia in profondità e riesce poi a tuffarsi sull’ovale per la prima meta della sfida. Mat Berquist e Russell continuano a dimostrare le rispettive capacità balistiche ed attorno alla mezz’ora il risultato è di 9-13. A fine primo tempo ancora Russell e poi dalla distanza Bennett realizzano altri punti per un fallo della mischia italiana e per una posizione di fuorigioco di Luke McLean e si va al riposo sul 9-19.

La ripresa si apre nel peggiore dei modi per i Leoni. I trequarti scozzesi si mettono in moto e di potenza è ancora Seymour a realizzare la sua seconda marcatura di serata per un pesante 9-26. Quasi nemmeno il tempo di riorganizzarsi ed arriva anche la terza meta. Stavolta è un’irresitibile azione personale del pilone Reid che corre lungo l’out di sinistra e resiste ai placcaggi di Marco Fuser e Ludovico Nitoglia. Nemmeno la superiorità numerica aiuta il Benetton che subisce la tripletta di Seymour (azione personale con calcetto a scavalcare e gara in velocità vinta su Luke McLean) e quindi anche il punto di bonus per i Warriors. Nel finale, fasi insistite con mischia e maul per i padroni di casa che alla fine ottengono la meta tecnica trasformata da James Ambrosini. Finisce 16-38.

BENETTON TREVISO – GLASGOW WARRIORS 16-38
Venerdì 2 maggio, ore 20.00 – Stadio Monigo, Treviso
Treviso: 15 Brendan Williams, 14 Ludovico Nitoglia, 13 Michele Campagnaro, 12 Luke McLean, 11 Angelo Esposito, 10 Mat Berquist, 9 Tobias Botes, 8 Marco Filippucci, 7 Paul Derbyshire, 6 Manoa Vosawai, 5 Marco Fuser, 4 Antonio Pavanello, 3 Lorenzo Cittadini, 2 Leonardo Ghiraldini, 1 Alberto De Marchi
In panchina: 16 Giovanni Maistri, 17 Matteo Muccignat, 18 Ignacio Fernandez-Rouyet, 19 Valerio Bernabò, 20 Dean Budd, 21 Alberto Sgarbi, 22 Fabio Semenzato, 23 James Ambrosini
Glasgow: 15 Stuart Hogg, 14 Tommy Seymour, 13 Mark Bennett, 12 Peter Horne, 11 Niko Matawalu, 10 Finn Russell, 9 Henry Pyrgos, 8 Josh Strauss, 7 Tyrone Holmes, 6 Rob Harley, 5 Jonny Gray, 4 Tim Swinson, 3 Geoff Cross, 2 Pat MacArthur, 1 Gordon Reid
In panchina: 16 Fraser Brown, 17 Ryan Grant, 18 Jon Welsh, 19 Leone Nakarawa, 20 Chris Fusaro, 21 Chris Cusiter, 22 Ruaridh Jackson, 23 Sean Maitland
Arbitro: George Clancy
Marcatori: pt 12′ Berquist p.; 15′ Russell p.; 21′ Seymour meta tr. Russell; 24′ Berquist p.; 26′ Russell p.; 31′ Berquist p.; 39′ Russell p.; 40′ Bennett p.; st 2′ Seymour meta tr. Russell; 7′ Reid meta; 19′ Seymour meta tr. Russell; 38′ meta tecnica Benetton Treviso tr. Ambrosini.

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+ e Pinterest