Pro 12: cuore Zebre, battuti all’80’ gli Ospreys

Si è appena conclusa a Parma la sfida tra la franchigia federale e i gallesi, valevole per il penultimo turno della Celtic League.

Inizia in attacco la formazione gallese, ma al primo vero affondo delle Zebre arriva subito una punizione per i padroni di casa. E Orquera non sbaglia. Il vantaggio dà coraggio ai padroni di casa che subito dopo imbastiscono una lunga e bellissima azione, palla che alla fine vola al largo dove Venditti la prende, scatta, lascia sul posto un avversario e schiaccia tra i pali per il 10-0 delle Zebre. Franchigia italiana bella in questo avvio di partita, che legittima il vantaggio, ma al 18′ un tenuto di Odiete dà a Biggar la chance di andare per i pali e l’apertura gallese non sbaglia.

Crescono gli Ospreys, le Zebre vengono chiuse nei propri 22 e al 23′ un altro fallo permette a Biggar di accorciare ancora le distanze. Il maggior equilibrio in campo vede anche le due squadre sfidarsi più a metà campo che a mettere seriamente in pericolo gli avversari e al 28′ è un fallo gallese a dare a Orquera la chance di riallungare dalla piazzola, con l’apertura azzurra che non sbaglia. Provano a insistere le Zebre, ma un paio di imperfezioni impediscono a Bortolami e compagni di marcare punti. E al 34′ sono gli Ospreys che ottengono una punizione piazzabile e ancora una volta Biggar ci prova, ma questa volta sbaglia. Insistono gli ospiti, rischiano di fare male, ma le Zebre a fatica difendono e respingono l’attacco gallese. La mischia bianconera obbliga gli Ospreys al fallo e il primo tempo si chiude con un nuovo piazzato per Luciano Orquera che non sbaglia e primo tempo che si chiude sul 16-6 per le Zebre, meritatamente in vantaggio.

Inizio tremendo per le Zebre nella ripresa. Prima azione e gli Ospreys bucano una difesa disattenta, con un paio di placcaggi mancati e Tupiric schiaccia senza problemi tra i pali, riportando i gallesi in partita. Insistono gli ospiti, obbligati a vincere per non dire addio ai playoff, mentre soffrono le Zebre che arretrano pericolosamente. Ma sono poco concreti gli ospiti e nonostante diverse folate in attacco non portano a casa punti, con le Zebre che si salvano più di una volta nei propri 22 metri. Fino al 54′, quando l’ennesimo affondo dei gallesi è fatale e Beck segna la meta del sorpasso.

Faticano i padroni di casa a uscire dalla propria metà campo e dopo un buonissimo primo tempo nella ripresa il gioco è tutto degli Ospreys, cui manca però il colpo del ko. Colpo che arriva al 66′ con Adam Jones, che conclude l’ennesimo attacco dei neri di prepotenza, schiacciando nonostante tre bianconeri a cercare di placcarlo. Parziale di 21-0 nella ripresa per gli ospiti e quando le Zebre sembrano alzare bandiera bianca ecco che una stoccata di Brendon Leonard riapre il match, con una meta nata da un affondo di Guglielmo Palazzani e conclusa dall’ex All Blacks. Finale incandescente, con gli Ospreys che cercano la meta della sicurezza e del bonus, mentre le Zebre puntano al colpaccio che varrebbe l’aggancio alla Benetton Treviso in classifica. Al 76′ è Ferrarini a strappare di mano l’ovale ai gallesi a un passo dalla meta, ma gli ospiti insistono e subito dopo arriva il cartellino giallo per Vunisa, che lascia i padroni di casa in 14 fino al fischio finale. Ma proprio a tempo scaduto è Palazzani a violare l’area gallese e a regalare una vittoria che, di fatto, elimina gli Ospreys dalla corsa playoff, mentre rilancia i bianconeri per la Champions Cup.

Zebre – Ospreys 30-27
Zebre: 15 David Odiete, 14 Dion Berryman, 13 Kameli Ratuvou, 12 Gonzalo Garcia, 11 Giovanbattista Venditti, 10 Luciano Orquera, 9 Brendon Leonard, 8 Samuela Vunisa, 7 Andries van Schalkwyk, 6 Mauro Bergamasco, 5 Marco Bortolami, 4 Quintin Geldenhuys, 3 Dario Chistolini, 2 Davide Giazzon, 1 Salvatore Perugini
In panchina: 16 Andrea Manici, 17 Matias Aguero, 18 Dave Ryan 19 George Biagi, 20 Filippo Ferrarini, 21 Guglielmo Palazzini, 22 Tommaso Iannone, 23 Ruggero Trevisan
Ospreys: 15 Sam Davies, 14 Hanno Dirksen, 13 Ashley Beck, 12 Andrew Bishop, 11 Aisea Natoga, 10 Dan Biggar, 9 Tom Habberfield, 8 Dan Baker, 7 Justin Tipuric, 6 James King, 5 Alun Wyn Jones, 4 Ian Evans, 3 Aaron Jarvis, 2 Scott Baldwin, 1 Nicky Smith
In panchina: 16 Scott Otten, 17 Marc Thomas, 18 Adam Jones, 19 Ryan Jones, 20 Joe Bearman, 21 Sam Lewis, 22 Tito Tebaldi, 23 Jeff Hassler
Arbitro: Peter Fitzgibbon
Marcatori: 10′ cp. Orquera, 12′ m. Venditti tr. Orquera, 18′ cp. Biggar. 23′ cp Biggar, 29′ cp. Orquera, 40′ cp. Orquera, 42′ m. Tupiric tr. Biggar, 54′ m. Beck tr. Biggar, 66′ m. A.Jones tr. Biggar, 69′ m. Leonard tr. Iannone, 80′ m. Palazzani tr. Iannone
Cartellini gialli: 76′ Vunisa, 80′ A.Jones

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+ e Pinterest