Primo impegno per il Cus Torino

Si riparte da dove era finita la scorsa stagione. Il 4 maggio il CUS Ad Maiora Rugby 1951 ha chiuso la regular season, battendo al centro sportivo Angelo Albonico l’Amatori Badia per 41-5, blindando il secondo posto che valeva l’accesso ai playoff per salire in A1. Opportunità poi sfumata in seguito alla riforma del campionato introdotta dalla Fir, che ha unificato la serie A. Domenica saranno ancora i rodigini gli avversari degli universitari, nella prima amichevole pre-campionato. Si giocherà alle ore 16 allo Stadio di via Martiri di Villamarzana a Badia Polesine.
L’Ad Maiora sabato ha dato il benvenuto al mediano di apertura sudafricano Karlo Aspeling. Ad accogliere a Malpensa il 26enne di George c’erano il direttore sportivo Salvo Lo Greco, il capitano Andrea Merlino e il team leader più esperto Davide Malvagna, che hanno subito fatto il possibile per contribuire all’ambientamento del nuovo regista cussino, guidato già in serata nel suo primo giro cittadino. “Karlo – racconta Lo Greco – è veramente contento di aver scelto di venire da noi. Aveva altri contatti per andare o in Currie Cup o al Timisoara, in Romania, dal suo vecchio allenatore Danie de Villiers. Lo stesso de Villiers gli ha consigliato il CUS Torino, come società giovane e universitaria di ottimo livello, nella quale avrebbe potuto migliorare agli ordini del suo connazionale Andre Bester. In Sud Africa Aspeling si è piazzato secondo con gli Swd Eagles nel suo campionato e stava disputando i playoff per andare nel girone A della Currie Cup, ma ha interrotto l’accordo per intraprendere l’esperienza in Italia». A Torino vivrà in casa con Nicola Martinucci e con Tommaso Pellegrini, il 19enne terza linea proveniente dal San Donà che domenica si congiungerà alla squadra direttamente a Badia e poi raggiungerà Torino in pullman con i nuovi compagni.
Aspeling ieri ha iniziato ad allenarsi con i compagni nel corso della seduta settimanale di lotta, guidata da Alessandro Saglietti nella palestra di via Quarello 11/A a Torino, e nel prosieguo della settimana inizierà ad assimilare all’Albonico il credo del tecnico suo connazionale. Con il cambio, da Regan Sue ad Andre Bester, si è modificato sensibilmente il sistema di gioco biancoblù.. “Fino allo scorso anno – spiega Lo Greco – abbiamo adottato un sistema più attendista, che peraltro ha dato i suoi frutti, perché siamo stati costantemente la difesa più forte del campionato. Ci sono stati miglioramenti continui e nella stagione passata siamo arrivati a segnare un numero di mete quasi equamente distribuito fra gli avanti e i trequarti. Con Bester si privilegiano invece gli schemi d’attacco, con un grande utilizzo del gioco alla mano. Si tratta di un sistema che richiede peraltro una notevole preparazione fisica, che è sempre stata uno dei punti di forza dei nostri ragazzi. Le prime partite saranno un po’ di rodaggio e sono curioso di vedere come la squadra fin da subito dimostrerà sul campo di essere capace di adattarsi alle nuove situazioni. Ciò che comunque mi rende fiducioso è che in queste prime settimane di preparazione ho potuto riscontrare in tutti un’estrema disponibilità a imparare ed entusiasmo e motivazione a mille. Ognuno vuole vivere al meglio questa nuova avventura, che si annuncia molto formativa e stimolante».
Anche il Badia riparte con un progetto nuovo, perché, se al timone è rimasto Roberto Pedrazzi, la rosa si è modificata sensibilmente nei ruoli chiave. In mediana non ci sono più gli uruguayani Felipe Berchesi e Guillermo Lijtenstein. Come apertura è arrivato dalla squadra B dellla Connacht Academy il 22enne irlandese Tadgh Leader, mentre il mediano di mischia sarà il sudafricano Daniel Cornelius Faasen, che viene dagli Swd Eagles e dunque ha giocato con Aspeling. Dal Rovigo di Eccellenza sono rientrati l’apertura-estremo Nicolò Fratini e le terze linee Nicolò Chimera e Filippo Cecchetti, mentre dal Monselice di serie C è tornato il mediano di mischia e jolly dei trequarti Filippo Flagiello e dal CUS Verona il centro Ettore Arduin. In prima linea gli innesti riguardano il pilone Dario Bordonaro, proveniente dal S.A. XV Charente di Angouleme con cui ha vinto il campionato francese di Federale 2, e il tallonatore Davide Zorzetto, in entrata dal CUS Perugia, in sostituzione di Rossano Fagnani, partito in direzione L’Aquila di Eccellenza. Sabato il Badia ha già iniziato le amichevoli, affrontando il Cus Ferrara e il Villadose di serie B nel Memorial Matteo Rocco Verzola. Ha battuto per 38-0 i ferraresi e per 14-0 nel derby polesano il Villadose.

L’articolo Primo impegno per il Cus Torino sembra essere il primo su On Rugby.