“Il cacciatore di tifosi” terzo episodio, ospite Marco Bortolami

L’appuntamento con “Il cacciatore di tifosi” ormai dovreste conoscerlo visto che siamo alla terza puntata: domenica ore 22.50 su DMAX (canale 52 del digitale terrestre ). Dopo Michele Rizzo, ospite della puntata d’esordio, e Ugo Gori, domenica scorsa è stata la volta di Marco Bortolami che ha aiutato Chef Rubio alle prese con un gruppo di “giocatori” molto particolari.

PER VEDERE LA PUNTATA CLICCATE SU QUESTO LINK

L’articolo “Il cacciatore di tifosi” terzo episodio, ospite Marco Bortolami sembra essere il primo su On Rugby.

Road to Six Nations 2014, gli avversari nel mirino /1: la Francia

ph. Sebastiano Pessina

Statistica e riscatto. La prima: 1998, 2002, 2006, 2010. Cosa hanno in comune queste quattro date? Sono i Sei Nazioni (uno a dire il vero è ancora Cinque Nazioni) seguiti agli ultimi tour dei British & Irish Lions. E chi ha vinto il torneo l’anno dopo un tour dei migliori britannici nelle ultime quattro occasioni? La Francia. Oltre le Alpi, probabilmente, staranno pensando anche a questo corso e ricorso della storia ovale (non immotivato, se pensiamo a quanto logorante sia per un destinato alla casacca rossa l’anno del tour). La prima parola, pertanto, è statistica. La seconda è riscatto. Già perché ripetere la prestazione dell’anno scorso (ultimo posto posto con appena 3 punti) equivarrebbe ad un tracollo, e ad un anno dal Mondiale tutto i galletti si aspettano tranne che un’altra figuraccia. A Novembre un’unica vittoria con Tonga, e due sconfitte fatte sudare contro All Blacks e Sudafrica. Che torneo attende i nostri cugini?

Philippe Saint-André ha reso da poco nota la prima lista dei trenta che verranno presi in considerazione per i due match iniziali, entrambi a Parigi contro Inghilterra e Italia. Tra gli avanti, il reparto che più spicca è probabilmente la terza linea: Picamoles, Chouly, Dusautoir e Nyanga non hanno bisogno di presentazioni, mentre in prima linea esperienza assicurata con Domingo, Mas e Szarzewski. Dietro il pacchetto, spazio all’esplosione di Fofana, ai chili di Bastareaud, e triangolo profondo pronto a colpire con Medard e Huget. I problemi arrivano però nel reparto più importante, la mediana. Morgan Parra è ancora alle prese con l’infortunio al ginocchio subito nel corso del Test di novembre contro il Sudafrica, e salterà almeno le prime due settimane del torneo. Saint-André ha scelto allora Doussain, giocatore versatile, e Machenaud, alle prese con la difficile stagione del Racing e che nel club deve da poco vedersela anche con la non facile concorrenza di Phillips. Allo spot numero dieci mancano due nomi importanti come quelli di Michalak e Trinh-Duc, a cui si è da poco aggiunto per infortunio Lopez. In cabina di regia siederà molto probabilmente Remi Tales, che durante gli ultimi Test Match ha fatto bene senza però convincere pienamente, con il giovane Plisson premiato per la bella stagione allo Stade. La sensazione, però, è che la coperta sia un po’ corta, e che manchi quell’esperienza che nei ruoli più delicati può risultare importante se non dal primo minuto sicuramente a partita in corso. Se il pack non dovesse essere dominante (come potrebbe accadere) sarà difficile per la mediana permettere ai tre quarti di rendersi pericolosi. In casa contro Inghilterra e Irlanda, in trasferta contro il Galles. Difficile che riesca a vincere il torneo (anche se le statistiche smentiscono). Considerando tutto, un gradino sotto Galles e Inghilterra.

Di Roberto Avesani @robyavesani

L’articolo Road to Six Nations 2014, gli avversari nel mirino /1: la Francia sembra essere il primo su On Rugby.

Rugby & Regole: mischia, si cambia di nuovo. Addio “Yes, nine”

addio_yes_nine.jpg

Ha creato polemiche e problemi la nuova mischia che da quest’estate è stata introdotta a livello globale dall’Irb. Le novità, con i piloni che si legano prima dell’ingaggio e il ritorno (finalmente) al tallonaggio, non sono state completamente digerite e, ora, si cambia di nuovo.

Continua a leggere Rugby & Regole: mischia, si cambia di nuovo. Addio “Yes, nine”…

Leggi i commenti (1)

ECCELLENZA. NONA GIORNATA. IL CAMMI CALVISANO BATTE IL RUGBY VIADANA PER 22-16.

eccellenza logo

Il Cammi Calvisano batte il Rugby Viadana per 22-16 e centra la sesta vittoria stagionale portandosi a quattro lunghezze dal Vea Femi Cz Rovigo, capolista a quota 35 punti.
Il posticipo della Befana (nona giornata) porta bene al Cammi che sfrutta pienamente gli errori commessi dal Rugby Viadana, soprattutto in avvio di ripresa.
Partita tutto sommato equilibrata nei primi quaranta minuti di gioco con il risultato mosso solo dai piazzati di Apperley (11′,21′,24′) ed uno di Griffen ad inizio di match. Nella ripresa, come detto, la vittoria per il Calvisano arriva in 15 muniti, di gran rugby. Era prima De Jager a segnare in superiorità al largo la meta del sorpasso (9-10) con trasformazione di Griffen. Al 55 Steyn con un azione di forza portava il Calvisano sul 15-9 e al 65 era ancora da una giocata di mischia che il pack giallo nero metteva in condizione di segnare il tallonatore Andrea Gavazzi la meta del 22-9. Al 70 il Rugby Viadana riapriva la gara. Falli ripetuti e il direttore di gara Damasco assegnava la meta tecnica che portava i contendenti sul 16-22. Nei dieci minuti finali il Viadana provava a segnare i punti della vittoria fallendo inutilmente i tentativi.
A Roma il derby va alle Fiamme Oro Roma che travolgono la Unione Capitolina per 43-6. Il match, sempre in mano ai poliziotti romani, ha visto un sostanziale equilibrio solo per i primi 20 minuti di gioco. Poi le Fiamme hanno concretizzato il gioco espresso segnando mete con De Gasperi, Bacchetti, Amenta e Marinaro intervallate da una meta di punizione assegnata dall’arbitro Spadoni.
Per la Capitolina i punti sono venuti dal piede di Buscema, con un piazzato e un drop.

Eccellenza, Calvisano passa a Viadana, alle Fiamme Oro il derby romano

ph. Francesca Soli

Gli ultimi due match della nona giornata di Eccellenza si sono conclusi con due vittorie delle squadre in trasferta. Le Fiamme Oro si sono infatti imposte nel derby romano sul campo della Capitolina per 43 a 6. Allo Zaffanella, nel match che valeva la seconda posizione, Calvisano ha superato i padroni di casa di Viadana per 22 a 16 con la formazione mantovana in quattordici per oltre 23 minuti a causa dell’espulsione di Pizzarro. Man of the match il “bresciano” Steyn.

A breve l’aggiornamento con i tabellini.

L’articolo Eccellenza, Calvisano passa a Viadana, alle Fiamme Oro il derby romano sembra essere il primo su On Rugby.

Inghilterra, continua la polemica sugli overseas players

ph. Sebastiano Pessina

Se, come sembra ormai sicuro,Toby Flood dovesse andare a Tolosa, diventerebbe l’ennesima vittima illustre della politica dell’head coach del quindici della rosa Stuart Lancaster, intenzionato a non chiamare chi gioca fuori dai confini nazionali. L’esclusione di Flood, e la poca simpatia che Lancaster nutre per Cipriani (in particolare per le prestazioni difensive e per la tendenza alla corsa laterale), potrebbero allora spalancare le porte della nazionale a George Ford (Bath) o a Stephen Myler (Northampton), e verosimilmente sarà uno dei due ad unirsi al duo Owen Farrell-Freddie Burns.

Intanto Delon Armitage, che col fratello Steffon sta giocando a Tolone, in una recente intervista rilasciata a The Rugby Paper ha affermato di non condividere la politica di Lancaster e della federazione: “Non direi mai di no all’Inghilterra, qui sto giocando il miglior rugby della mia carriera, e sono amareggiato per come la federazione considera ciò. Da parte mia, giocare con persone come Ali Williams, Bakkies Botha, Bryan Habana, Jonny Wilkinson, è stato estremamente benefico. Se ce ne fosse bisogno, sicuramente il nostro club ci libererebbe. La federazione dice che il Top 14 non è performante come la Premiership, ma poi guardi alla finale di Heineken Cup e c’erano due squadre francesi”.

L’articolo Inghilterra, continua la polemica sugli overseas players sembra essere il primo su On Rugby.

Sei Nazioni 2014: Francia, i convocati

seinazioni2014_francia_convocati.jpg

I primi nomi per cambiare rotta, per dare al 2014 un significato ben diverso dalla via crucis del 2013, quando i transalpini hanno perso ogni treno, con una squadra senz’anima e senza un progetto. Almeno senza un progetto intelleggibile ai più. Ma ora Philippe Saint-André non può permettersi altri passaggi a vuoto a meno di due anni dalla Rugby World Cup 2015.

Continua a leggere Sei Nazioni 2014: Francia, i convocati…

Commenta

Francia, ecco la prima lista di trenta in vista del Sei Nazioni

ph. Sebastiano Pessina

Philippe Saint-André, head coach della Francia, ha reso nota la prima lista di trenta giocatori che parteciperà ad uno stage in vista del Sei Nazioni 2014. Del gruppo, fanno parte anche gli atleti che andranno ad affrontare la banda Brunel nella seconda giornata del torneo.

Ecco la lista:

AVANTI (16)

1. Thomas DOMINGO – ASM CLERMONT AUVERGNE
2. Yannick FORESTIER – CASTRES OLYMPIQUE
3. Benjamin KAYSER – ASM CLERMONT AUVERGNE
4. Dimitri SZARZEWSKI – RACING METRO 92
5. Nicolas MAS – MONTPELLIER HERAULT
6. Rabah SLIMANI – STADE FRANCAIS PARIS
7. Alexandre FLANQUART – STADE FRANÇAIS PARIS
8. Yoann MAESTRI – STADE TOULOUSAIN
9. Pascal PAPE – STADE FRANCAIS PARIS
10. Sébastien VAHAAMAHINA – USA PERPIGNAN ROUSSILLON
11. Antoine BURBAN – STADE FRANÇAIS PARIS
12. Thierry DUSAUTOIR – STADE TOULOUSAIN (Capt.)
13. Bernard LE ROUX – RACING METRO 92
14. Yannick NYANGA – STADE TOULOUSAIN
15. Damien CHOULY – ASM CLERMONT AUVERGNE
16. Louis PICAMOLES – STADE TOULOUSAIN

TREQUARTI (14)

17. Jean-Marc DOUSSAIN – STADE TOULOUSAIN
18. Maxime MACHENAUD – RACING METRO 92
19. Jules PLISSON – STADE FRANÇAIS PARIS
20. Rémi TALES – CASTRES OLYMPIQUE
21. Mathieu BASTAREAUD – RC TOULON
22. Gaël FICKOU – STADE TOULOUSAIN
23. Wesley FOFANA – ASM CLERMONT AUVERGNE
24. Maxime MERMOZ – RC TOULON
25. Sofiane GUITOUNE – USA PERPIGNAN ROUSSILLON
26. Yoann HUGET – STADE TOULOUSAIN
27. Maxime MEDARD – STADE TOULOUSAIN
28. Geoffrey PALIS – CASTRES OLYMPIQUE
29. Hugo BONNEVAL – STADE FRANÇAIS PARIS
30. Brice DULIN – CASTRES OLYMPIQUE

L’articolo Francia, ecco la prima lista di trenta in vista del Sei Nazioni sembra essere il primo su On Rugby.

Eccellenza, la Befana passa da Viadana e Roma e porta punti importanti

ph. Daniela Pasquetti

La Befana passa anche da Ovalia, e porta in regalo punti importanti per obiettivi opposti. Dopo la netta vittoria di Rovigo contro San Donà, per Viadana e Calvisano, in campo alle ore 15 allo Zaffanella, è fondamentale una vittoria per non lasciar scappare i veneti. Alla stessa ora la Capitolina ospiterà le Fiamme Oro, con l’obiettivo di vincere per ottenere i quattro punti che le permetterebbero di superare la Lazio staccando Reggio Emilia ultima della classe, sconfitta ieri dal Mogliano. Dopo questo turno, l’Eccellenza tornerà in campo a fine gennaio.

Le probabili formazioni di Viadana – Calvisano:

Calvisano: De Jager, Canavosio, Vilk, Castello, Visentin, Griffen (c), Violi M, Steyn, Zdrilich, Belardo, Hehea, Cavalieri, Romano, Ferraro, Lovotti.
Riserve: Scarsini, Beccaris, Gavazzi, Andreotti, Scanferla, Chiesa, Bergamo, Violi E.

Viadana: Robertson, Yakopo, G. Pavan, Pizarro (cap), R. Pavan, Keanu Apperley, Bronzini, Padrò, Du Plessis, Padrò, Horn, Minari, Cagna, Bigi, Cenedese.
Riserve: Ant. Denti, Greco, Pelizzari, Van Jaarsveld, Moreschi, Travagli, Sanchez, G. Amadasi.

L’articolo Eccellenza, la Befana passa da Viadana e Roma e porta punti importanti sembra essere il primo su On Rugby.

Aggregatore di notizie sul mondo del rugby