Video: un test contro il cancro ai testicoli, l’aussie rules si presta per la dimostrazione

“Balls to cancer” è un’associazione inglese che combatte un tumore tutto maschile. Per sensibilizzare gli uomini sul tema ha diffuso un video di una trasmissione medica andata in onda su Channel 4 in cui un gruppo di giocatori di una squadra britannica di aussie rules, il Wolverhamton Wolverines, si presta per un facile test che ognuno di noi può fare (purché di sesso maschile). Ricordando che per ogni dubbio è sempre consigliabile rivolgersi a un medico.

PER VEDERE LA CLIP CLICCATE SU QUESTO LINK

L’articolo Video: un test contro il cancro ai testicoli, l’aussie rules si presta per la dimostrazione sembra essere il primo su On Rugby.

Il 2014 di Paolo Buso inizia malissimo: ginocchio andato, stagione finita

Poco meno di un mese fa vi davamo notizia dell’ennesimo infortunio al ginocchio destro del trequarti bianconero che lo ha frenato per larghi tratti delle ultime due stagioni. Un comunicato delle Zebre parlava allora di una “lesione al ginocchio interessato. L’entità della stessa verrà definita con un successivo intervento in artroscopia esplorativa entro trenta giorni da oggi”. Evidentemente la piccola operazione è stata effettuata perché nel tardo pomeriggio di ieri sulla sua pagina facebook Buso ha postato una frase che non lascia spazio a dubbi, purtroppo: “Ginocchio K.O. Stagione finita!!!”.
Al momento non si conoscono altri dettagli per i quali si attende un comunicato ufficiale della franchigia federale.

L’articolo Il 2014 di Paolo Buso inizia malissimo: ginocchio andato, stagione finita sembra essere il primo su On Rugby.

Francesco Minto a OnRugby: “Sono pronto al rientro”. Benetton Treviso e Italia sorridono

ph. Sebastiano Pessina

“Dalla prossima settimana ogni partita può essere quella buona per il rientro, ovviamente non sta a me decidere ma io sono pronto”. Queste parole fanno la felicità degli appassionati di rugby tutti ma soprattutto quelli che tifano per il Benetton Treviso. E di sicuro mettono un po’ di buon umore anche a Jacques Brunel che per il Sei Nazioni potrebbe avere a disposizione quella che l’anno scorso si rivelò essere una pedina fondamentale nel torneo azzurro, perché a parlare è Francesco Minto.
Il seconda/terza linea del Benetton Treviso ha infatti concesso una intervista a OnRugby nel quale parla della sua situazione fisica, di Italia e del suo club. Iniziamo proprio dalle sue condizioni: “Sono finalmente a posto e pronto. Spero di giocare già la prossima settimana in Heineken Cup ma a decidere sarà lo staff tecnico. Il problema è superato, magari non del tutto ma si è sicuramente stabilizzato. In allenamento non ho alcun problema, non mi fa male e riesco a fare tutto. Ora bisogna vedere in gara perché quello è il test più importante, ma sono ottimista. E non vedo l’ora di tornare in campo”.

Siamo pronti a scommettere che speri in una convocazione azzurra per il Sei Nazioni: temi che il lungo stop la possa in qualche modo pregiudicare?
Bisognerebbe chiederlo al ct… Io spero di essere nel gruppo, sarebbe già un risultato importante. Magari Brunel mi chiama solo per aggregarmi e farmi fare qualche allenamento. La vedo un po’ più dura per le prime gare del torneo, ma la terza e la quarta si giocheranno tra oltre un mese. Vediamo. Comunque io penso a fare un passo alla volta, iniziamo con giocare qualche gara con il Benetton.

L’ultima volta ti abbiamo visto a Bormio, al ritiro di maggio prima del tour in Sudafrica. Era la fine di una stagione massacrante e i problemi alla cervicale iniziavano a farsi sentire: quanto è stata dura rimanere fuori così tanto?
Molto, vedere i tuoi compagni che lavorano e non poter essere con loro non è stato bello. Né con il Benetton né con la nazionale. Ho sofferto parecchio, ma è normale. Le ultime prove dell’Italia non sono state molto positive ma sono ottimista e il fatto che anche Treviso non sia andata bene in questa prima parte di stagione non è un caso.

Secondo te in quale maniera le due cose sono collegate?
Ci sono degli anni in cui spendi moltissimo, da un punto di vista fisico e mentale. Lo scorso anno siamo andati bene con il Benetton, anche se abbiamo lasciato per strada qualche punto di troppo che avrebbe reso la nostra stagione ancora più positiva. Questo però alla fine in qualche modo lo puoi pagare nella stagione successiva. Credo sia successo proprio questo: siamo arrivati davvero stanchi a fine stagione, svuotati, e questo si è riflesso anche nel gioco della nazionale. D’altronde il gruppo Benetton è numeroso.

Una situazione che poi è proseguita in qualche modo anche a settembre
Sì, non c’è solo l’aspetto fisico, ma anche quello mentale che influisce parecchio. E poi qui a Treviso si sono sommati anche altri aspetti tutti nostri…

Ti riferisci alla vicenda Franco Smith
Sì, è una cosa che ci ha condizionato, mi pare evidente. Ma intendiamoci: la nostra stagione fin qui non è stata segnata solo da questo, sono tanti gli aspetti che bisogna valutare. C’è stato un problema fisico e mentale generale, sul quale si è innestata la vicenda Smith che per quanto importante è stata solo un tassello. Evidentemente tra il coach e la società c’erano alcuni problemi ma la nostra stagione finora al di sotto delle aspettative non è dovuta a questo, o almeno non solo a questo. E’ un aspetto, ma non l’unico. E il sesto posto in Pro12 non è lontano, se invertiamo la rotta…

Ultima domanda: siamo a gennaio e sul futuro del nostro movimento regna ancora l’incertezza. Al di là delle coppe europee non si sa se l’esperienza celtica proseguirà anche per le squadre italiane. Come la vivete questa cosa?
Male, siamo tutti un po’ preoccupati. Non si può arrivare sempre in queste settimane o anche più avanti senza sapere che genere di stagione dovremo affrontare a partire da settembre. Anche negli anni scorsi molto spesso si è arrivati a febbraio o a marzo senza certezze: un giocatore, ma anche una società, ha bisogno di sapere prima le cose per poter fare le sue scelte. Anche perché con questa incertezza si rischia che tanti vadano via.

L’articolo Francesco Minto a OnRugby: “Sono pronto al rientro”. Benetton Treviso e Italia sorridono sembra essere il primo su On Rugby.

Caso Galles: WRU e Regions riprendono a parlare

ph. Sebastiano Pessina

Si è conclusa a Cardiff l’attesa riunione del board della federazione gallese dopo la mancata firma delle regions per il rinnovo della partecipazione delle stesse nel Pro12 e in Heineken Cup. Regions che avevano chiesto alla stessa WRU di posporre la dead-line delle trattative al 31 gennaio, una richiesta che sembra aver trovato il favore della federazione. Usiamo il verbo “sembrare” perché il comunicato è molto stringato e proprio per questo lascia spazio a interpretazioni diverse. Noi di OnRugby propendiamo per una sostanziale apertura, dove si legge che “La WRU ha informato oggi le quattro regioni che verrà a breve presentato un nuovo accordo nel rispetto del rugby professionale in Galles. (…) Il nuovo accordo rifletterà ancor di più la volontà della Federazione che lo sviluppo dei giocatori internazionali e il loro mantenimento in patria vengano riconosciuti nella giusta misura”.
In precedenza la Premiership ha diffuso un suo comunicato nel quale plaudiva alla volontà delle franchigie gallesi di prendere parte alla Rugby Championship Cup, così come annunciato il 31 dicembre scorso.
Il comunicato ufficiale della WRU:

The Board of Directors of the Welsh Rugby Union met today and unanimously agreed that a positive way forward for professional rugby in Wales as set out in the WRU’s statement of 31 December 2013, is in the best interests of Welsh rugby.
The WRU has today informed the four Regional Organisations that they will shortly be presented with a new agreement in respect of professional rugby in Wales. A timetable for discussion has been provided by the WRU.
The new agreement will further reflect the WRU’s desire to ensure that Welsh player development and the retention of Welsh players is properly recognised. This is in the best interests of all of rugby in Wales, from the grass roots to the international level.

L’articolo Caso Galles: WRU e Regions riprendono a parlare sembra essere il primo su On Rugby.

Galles: la Wru riapre la porta alle regione (e il ping pong continua…)

wru_2_1_14.jpg

Una nuova scadenza (non resa nota) e la volontà di trovare una soluzione. L’attesa riunione della Federazione gallese prevista oggi ha portato a un nuovo comunicato ufficiale che, di fatto, riapre i giochi e rimette in gioco Ospreys, Cardiff Blues, Scarlets e Newport Dragons.

Continua a leggere Galles: la Wru riapre la porta alle regione (e il ping pong continua…)…

Commenta

Un altro “gallese” va via: Andries Pretorius al Worcester

ph. Yuya Shino/Action Images

Non è uno dei big della nazionale gallese di cui si attendono le decisioni per la prossima stagione ma l’addio del terza linea è un altro tassello della diaspora in corso a Cardiff e dintorni. Andries Pretorius la prossima stagione non indosserà più la maglia dei Blues per sbarcare in Premiership e vestire quella di Worcester. A rivelarlo è WalesOnLine.
Pretorius è nato a Nelspruit, in Sudafrica, ed è arrivato a Cardiff nel 2009 diventandone il capitano nella scorsa stagione. Chiamato in nazionale dal Galles per il tour della scorsa estate ha giocato in due test contro il Giappone.
Un problema di non poco conto per i Blues visto che al termine di questa stagione dovrebbe andare al Munster anche Robin Copeland, compagno di reparto di Pretorius.

L’articolo Un altro “gallese” va via: Andries Pretorius al Worcester sembra essere il primo su On Rugby.

Sei Nazioni 2014: Galles, Jonathan Davies alza bandiera bianca

jdavies_ko_6n2014.jpg

Sì è infortunato a novembre e, già dopo il ko con il Sud Africa, era chiaro che la corsa verso il Sei Nazioni sarebbe stata lunga. E, ora, la conferma: Jonathan Davies salterà, probabilmente, l’intero torneo che inizierà tra un mese, proprio con la sfida tra i campioni in carica e l’Italia.

Continua a leggere Sei Nazioni 2014: Galles, Jonathan Davies alza bandiera bianca…

Commenta

Sei Nazioni 2014: poche speranze per Jonathan Davies

ph. Sebastiano Pessina

Lo scorso novembre, proprio negli stessi giorni in cui veniva annunciato ufficialmente il suo passaggio dagli Scarlets al Clermont per la prossima stagione, il centro gallese Jonathan Davies si infortunava nel corso del test-match della sua nazionale contro il Sudafrica. La diagnosi fu quella di un grave problema al muscolo pettorale che ha richiesto anche l’intervento di un chirurgo. Lo stop di quattro mesi previsto lo scorso autunno è stato ora confermato e il giocatore dovrà saltare praticamente tutto il Sei Nazioni che inizia tra un mese. Il ct dei dragoni Warren Gatland potrà averlo a disposizione forse solo per l’ultimo impegno del 15 marzo contro la Scozia, con un mezzo miracolo una settimana prima per la partita con l’Inghilterra.

L’articolo Sei Nazioni 2014: poche speranze per Jonathan Davies sembra essere il primo su On Rugby.

Verso Zebre-Benetton Treviso, Ghiraldini avverte i suoi: “Sarà durissima”

ph. Alessandra Florida

Sabato pomeriggio a Parma – diretta tv su Italia2 a partire dalle 14 e 50 – va in scena il ritorno del derby italiano di Pro12 che una settimana fa ha sorriso ai veneti al termine di una gara molto combattuta: “Ci aspettiamo una gara molto difficile, noi dobbiamo migliorare soprattutto nell’uno contro uno, anche in difesa: è ciò che ha fatto la differenza all’andata”. A parlare così a La Tribuna di Treviso è Leonardo Ghiraldini, rientrato qualche settimana fa dopo un infortunio che lo ha tenuto a lungo lontano dai campi: “Aspettiamoci una partita fisica – prosegue il tallonatore – intensa, loro rispetto al passato muovono di più l’ovale, merito anche del mediano Leonard. A Parma senz’altro saremo pronti, lo eravamo anche in casa nostra, però non l’abbiamo espresso nel modo migliore. Il lavoro procede bene, la squadra ha la carica giusta e vuole fare il bis”.
Una gara che si preannuncia molto equilibrata con i pronostici che partono a favore dei biancoverdi, ma non di molto. Treviso che con una vittoria rilancerebbe morale e classifica, Zebre che invece cercano un’affermazione per cercare di lasciare il posto di fanalino di coda e avvicinarsi proprio al XV allenato da Marius Goosen.

L’articolo Verso Zebre-Benetton Treviso, Ghiraldini avverte i suoi: “Sarà durissima” sembra essere il primo su On Rugby.

Martin Johnson e Lewis Moody nella Premiership Hall of Fame

ph. Stefan Wermuth/Action Images

Sono Tom Walkinshaw (scomparso nel 2010), Martin Johnson, Rob Baxter, Ed Morrison, Lewis Moody e George Chuter i nuovi “ingressi” nella Hall of Fame della Premiership. Ad annunciarloè il board dell’organismo che gestisce il campionato inglese. La cerimonia è in programma il prossimo 22 di gennaio all’HAC di Londra.

L’articolo Martin Johnson e Lewis Moody nella Premiership Hall of Fame sembra essere il primo su On Rugby.

Arbitri e gare della lunga Epifania dell’Eccellenza

ph. Ottavia Da Re

Torna il campionato d’Eccellenza dopo la pausa per le vacanze di natale e fine anno. Un turno, il nono, che si dispiega su tre giorni. Il comunicato FIR con le designazioni arbitrali.

Il CNAr, Commissione Nazionale Arbitri della FIR, ha reso note le designazioni arbitrali per la nona giornata del Campionato Italiano d’Eccellenza, in calendario tra sabato 4 e lunedì 6 gennaio.

Diretta televisiva su Rai Sport 1, domenica 5 alle ore 15.00, per il derby veneto tra l’M-Three San Donà e la Vea-FemiCZ Rovigo capolista: direzione di gara affidata a Claudio Blessano di Treviso.

Doppio derby il lunedì dell’Epifania alle ore 15 : da un lato il derby lombardo tra Rugby Viadana e Cammi Calvisano, impegnate nella corsa ai play-off; dall’altro, la stracittadina della Capitale tra l’Unione Rugby Capitolina e le Fiamme Oro Roma.

Queste le designazioni arbitrali del nono turno d’Eccellenza:

Eccellenza – IX giornata

04.01.14 – ore 15.00

Estra I Cavalieri Prato v IMA Lazio

arb. Pennè (Milano)

g.d.l. Roscini (Milano), Castagnoli (Livorno)

quarto uomo: Righini (Prato)

05.01.14 – ore 14.00

Rugby Reggio v Marchiol Mogliano

arb. Traversi (Rovigo)

g.d.l. Bono (Brescia), Russo (Milano)

quarto uomo: Filizzola (Milano)

05.01.14 – ore 15.00 – diretta Rai Sport 1

M-Three San Donà v Vea-FemiCZ Rovigo

arb. Blessano (Treviso)

g.d.l. Navarra (Udine), Righetti (Verona)

quarto uomo: Crivellini (Udine)

06.01.14 – ore 15.00

Rugby Viadana v Cammi Calvisano

arb. Damasco (Napoli)

g.d.l. Rizzo (Piacenza), Bertelli (Ferrara)

quarto uomo: Mezzetti (Parma)


UR Capitolina v Fiamme Oro Roma

arb. Spadoni (Padova)

g.d.l. Tomò (Roma), Salvi (L’Aquila)

quarto uomo: Romani (Roma)

L’articolo Arbitri e gare della lunga Epifania dell’Eccellenza sembra essere il primo su On Rugby.

RABODIRECT PRO12, SABATO ORE 15 DIRETTA ITALIA2 PER ZEBRE v BENETTON

RaboPro12

Roma – Dopo la vittoria targata Benetton Treviso del 28 dicembre a Monigo, sabato 4 gennaio al “XXV Aprile” di Parma è ancora tempo di derby per le due formazioni italiane di RaboDirect PRO12: questa volta tocca alle Zebre di Andrea Cavinato ricevere nella “Cittadella del Rugby” i Leoni di Marius Goosen nel primo appuntamento agonistico del 2014.

L’incontro – a meno di tre settimane dall’inizio del raduno azzurro per l’RBS 6 Nazioni – sarà trasmesso in diretta dalle ore 14.50 su Italia2, il canale sportivo di Mediaset visibile in chiaro sul digitale terrestre, con calcio d’inizio alle ore 15.00.

Aggregatore di notizie sul mondo del rugby