Paese si blinda e Mirano si accontenta di un punto

Paese, domenica 23 marzo 2014 – I tifosi bianconeri hanno potuto assistere a quella che è stata forse la migliore partita della stagione per Mirano. I ragazzi di Brizzante e Volpato hanno messo testa e cuore in una partita importantissima per la classifica ed hanno costretto Paese a schierarsi in difesa per far fronte all’impeto miranese. Il punteggio finale è indice di una sostanziale parità ma non rende merito al dominio di campo che i bianconeri hanno saputo imporre.

21 minuti di grande intensità, di azioni composte e di gioco vero, durante i quali Mirano si è imposto con continuità e forza costringendo Paese nella propria metà campo, a placcare e respingere la foga dei bianconeri. È soltanto dopo 21 minuti dal calcio d’inizio che il risultato si sblocca, con un calcio piazzato centrale concesso a Mirano per il piede di Masaro che non sbaglia.
La reazione del Paese è rapida e gli spazi di gioco si invertono fino al 29′ quando una serie di scambi rapidi consentono a Zara di infilarsi tra i trequarti miranesi e schiacciare in meta.
Mirano non ci sta e torna a dirigere il gioco, dando vita a una fitta serie di pick&drive, mostrando grande unione e capacità di sostegno. Paese fatica ma riesce a tamponare la foga bianconera fino al guizzo di Simone Campagnaro che al 38′ supera la linea di meta per la prima (ed unica) meta miranese.
Il primo tempo sembra ormai concluso ma l’arbitro concede del recupero che permette al Paese di guadagnare un calcio piazzato che Agnoletto trasforma per l’8-10 di fine primo tempo.

Nella ripresa è Paese che si avvicina pericolosamente alla meta avversaria ma Mirano respinge e si riappropria del controllo del campo.
Paese prova a mischiare le carte mettendo in campo il piede di Andrea Pavin che pone rimedio a molte iniziative bianconere riportando Mirano nella propria metà in diverse occasioni.
Mirano riparte a testa bassa e lo spirito di sacrificio degli uomini di mischia fa la differenza: questi cacciano ogni palla ma al 29′ l’arbitro non si accorge di un fallo su Busatto, si apre lo spazio per Fornarolo ed è meta per Paese che per la prima volta passa in vantaggio.
L’azione di disturbo di Paese prosegue, così da fargli guadagnare un calcio piazzato che al 29′ Pavin A. trasforma per il 18-10.
Mirano si riporta sotto il break dopo nove minuti, con un calcio piazzato trasformato da Masaro.
Quelli che seguono sono minuti di cuore e malizia: il cuore di Mirano che vuole fortemente la vittoria ma che si scontra con la malizia messa in campo da Paese nell’ostacolare ogni sua azione.
Il fischio dell’arbitro arriva forse un po’ troppo presto e trova Mirano ancora in attacco, giunto sulla linea dei 22 avversari e respinto dall’ennesimo calcio di A. Pavin.

Domenica prossima una nuova, importante sfida attende Mirano, che ospiterà in casa le magliette rosse della Tarvisium, balzata in seconda posizione avendo vinto di soli due punti il match odierno contro Villadose.

Rugby Mirano 1957 ASD: Masaro, Campagnaro St., Maso, Busetto (Cap – 9′ st Salvia), Gasparini, Pavin (18′ pt Mirate), Busatto, Negrato, Campagnaro Si., Moretti (32′ st Kaborè), Frighetto, Comelato, Scortegagna (23′ st Cazzin), Pasqualetto, Lerose. A disposizione: Barina, Maguolo, Tomaello. All. Brizzante/Volpato.

ASD Rugby Paese: Agnoletto, Passuello, Gaiba, Moro, Properzi Curti, Pavin M. (5′ st Pavin A.), Munno (5′ st Bergamo), Cadorin (23′ st Menelle), Pagotto, Bot, Fallahi, Fornarolo, Zara, Lubes (23′ st Boffo), Deoni (38′ st Gigliodoro). A disposizione: Caeran, Durigon. All. Bergamo.

Arbitro: Sig. Muscio (Prato)

Marcatori: PT: 21′ cp Masaro (0-3), 29′ m Zara (5-3), 38′ m Campagnaro Si. tr Masaro (5-10), 4 0′ cp Agnoletto (8-10). ST: 29′ m Fornarolo tr Pavin A. (15-10), 36′ cp Pavin A. (18-10), 38′ cp Masaro (18-13).
Note: gialli: 26′ pt Properzi Curti (P), 12′ st Campagnaro St. (M). Primo Tempo: 8-10; punti in classifica: 4-1.

Serie B – Girone C – XVII^ giornata – domenica 23 marzo 2014 ore 14:30
CUS Padova – Rugby Silea, arb. Imbriaco (Bologna): 14-6
Ruggers Tarvisium – Fulviatour Villadose, arb. Tarlini (Firenze): 8-6
TXT Cus Ferrara – Dopla Casale, arb. Castagnoli (Livorno): 8-13
Rugby Bassano – Lyons VeneziaMestre, arb. Strullato (Padova): 8-17
ASR Paese – Rugby Mirano 1957, arb. Muscio (Prato): 18-13
Riposa: Villorba Rugby

Classifica: Casale punti 61; Tarvisium punti 54; Mirano punti 57; Paese punti 57; Villadose punti 34; Silea punti 28; VeneziaMestre punti 27; Ferrara punti 26; Villorba punti 20; Padova punti 20; Bassano punti 11.
* Rugby Villadose e CUS Padova Rugby 4 (quattro) punti di penalizzazione.
** Bassano, Padova, Paese, Silea, Tarvisium e Villorba una partita in meno.

Prossimo turno, domenica, 30 marzo 2014
Rugby Casale – CUS Padova ASD
Rugby Mirano 1957 – Volteco Ruggers Tarvisium
Lyons R. Veneziamestre – TXT CUS Ferrara
Rugby Silea – B.B.M. Rugby Bassano
Villorba Rugby – Rugby Paese
Turno di riposo: Fulvia Tour Rugby Villadose

Brevi dalle altre squadre:

Under 18:
Rugby Mirano 1957 ASD – ASD Rugby Rovigo Delta SRL SSD/2: 50-0

Under 16:
Junior Rugby Mirano 1957 ASD – ASD Grifoni Rugby Oderzo: 5-25

Under 14:
Junior Rugby Mirano 1957 ASD – ASD Venjulia Rugby Trieste: 40-5

Under 12, 10, 8:
Concentramento con Lemene Rugby, Junior Rugby Mirano 1957 ASD, Ruggers Tarvisium Rugby, Palla Ovale Isontina, Juvenilia Bagnaria ARSA

In allegato: un’immagine dall’incontro Mirano – CUS Padova di domenica 9 marzo.
Foto: Egon Lanfrit

L’articolo Paese si blinda e Mirano si accontenta di un punto sembra essere il primo su On Rugby.