Padua Rugby Ragusa: la nuova formula dei campionati

meta_scrofani

Si è tenuta ieri pomeriggio a Catania, nella sede del Comitato Regionale, l’assemblea delle società rugbystiche siciliane chiamate dal presidente Orazio Arancio a discutere il progetto di riorganizzazione dei campionati di serie B e C proposto dalla Federazione Italiana Rugby.
Alla presenza dei rappresentanti delle 16 società che svolgono attività senior, mancavano solo i delegati dello Xiridia Floridia, il vicepresidente della Fir, Antonio Lusi, ha illustrato le proposte federali, volte al contenimento dei costi sostenuti dalle società per le trasferte.

Per quando riguarda la serie B, l’idea è quella di suddividere in due minigironi da sei squadre ciascuno quello che fino alla scorsa stagione era il girone 4.

Se dovesse passare questa proposta, in queste settimane la Fir sta chiedendo il parere delle 12 società interessate, anche se a tanti dei presenti è sembrato che la decisione sia stata già presa, Colleferro, Cus Roma, Primavera Roma, Viterbo, Frascati e Partenope Napoli giocherebbero nel girone 1, mentre Benevento, Svicat Lecce, Reggio Calabria, Amatori Messina, Amatori Catania e Padua Rugby Ragusa andrebbero nel girone 2.

Al termine di questa prima fase, le prime tre classificate di ogni girone disputerebbero una Pool Promozione, pool che assegnerà alle prime due il diritto a disputare i play off per la promozione in serie A, mentre le ultime tre dei due girone sarebbero inserite nella cosiddetta Pool Salvezza, al temine della quale le ultime due sarebbero retrocesse in serie C1.

La serie C invece, come già previsto da tempo, sarà suddivisa in C1 e C2. Nell’area 4, quella che include le regioni meridionali, saranno organizzati tre gironi regionali di C1, in Lazio, Puglia e Sicilia, per un totale di 18 formazioni ai nastri di partenza. Al girone siciliano saranno ammesse Cus Catania, Nissa, Audax Ragusa, Aquile del Tirreno Barcellona, Clan Messina e Briganti di Librino.

Al termine della fase regolare, le prime due classificate di ciascun girone saranno inserite in un nuovo girone al termine del quale la prima classificata sarà direttamente promossa in serie B.

La terza, la quarta, la quinta e la sesta classificata del girone siciliano, invece, si affronteranno con partite di semifinale e finale secondo lo schema 3-6 e 4-5. L’ultima classificata sarà retrocessa in serie C2, mentre la penultima disputerà uno spareggio promozione/salvezza con la seconda classificata della serie C2.

Alla serie C2, anche questa sarà a carattere regionale, saranno ammesse Amatori Palermo, Iron Team Palermo, Miraglia Agrigento, Aquile Enna, Syrako Siracusa, Misterbianco, Acireale e Xiridia Floridia. Al termine della fase regolare, come detto, la prima classificata sarà promossa direttamente in serie C1, mentre la terza, la quarta, la quinta e la sesta classificata si affronteranno secondo lo schema 3-6 e 4-5 per determinare quale squadra affronterà la penultima classificata in serie C1.