Padua Rugby Ragusa: a lezione da Montes

unnamed (2)

Alla “prima” del nuovo allenatore del Padua Rugby Ragusa, Guillemo Montes, oltre agli atleti impegnati nell’allenamento e ai dirigenti che hanno dato il benvenuto al nuovo coach, c’erano anche tutti i tecnici della società, che hanno seguito con attenzione l’intera seduta, pronti a carpire ogni segreto all’allenatore argentino.
Il fatto non è sfuggito alla dirigenza paduina che ha così deciso di “istituzionalizzare” la cosa invitando i tecnici biancazzuri, soprattutto i più giovani, a partecipare agli allenamenti della squadra Senior, con lo scopo di far crescere, collaborando con l’head coach, una nuova schiera di allenatori.
La prima a cogliere l’opportunità è stata Rossana Vindigni, figlia del presidente Vittorio, ma soprattutto giocatrice della squadra femminile del Padua e team manager della stessa.
Da qualche giorno, dunque, Rossana sta seguendo gli allenamenti della Senior, dando una mano a Montes e, al contempo, imparando il “mestiere”.
La Vindigni finora ha conseguito solo il Primo Momento, cioè il primo gradino della carriera di allenatore, ma è intenzionata, passo dopo passo, a percorrerla tutta, fino ad arrivare in alto, più in alto possibile.
“Mi piacerebbe, un giorno, allenare una squadra “vera”. Al momento mi accontento di collaborare con un grande allenatore, al quale cercherò di rubare quanti più segreti possibile. È mia intenzione prendere in dicembre il Primo Livello (il patentino con il quale è possibile allenare le formazioni giovanili e le squadre senior che partecipano al campionato di serie C, ndr) con la speranza che la prossima stagione il Padua mi faccia allenare una squadra. Ma so di avere ancora tanto da imparare, quindi non ho fretta e vado a scuola dal prof. Montes».
Che la ragazza comunque abbia stoffa lo conferma anche il suo “maestro”, il “professor” Montes. “Rossana è in gamba, vuole imparare e lo sta facendo in fretta. Sono sicuro che può fare tanta strada. Spero che quanto prima possa iniziare ad allenare sul serio, magari partendo dall’Under14, ma è certo che nulla le è precluso, fino ad arrivare a guidare la prima squadra, perché ha voglia e capacità».
Ma ragazzi che hanno voglia e capacità, al Padua, ce ne sono più di uno. Se Rossana Vindigni è la prima a frequentare le “Grandi Scuole Montes”, certamente non sarà l’ultima perché per fare una squadra forte bisogna sempre partire dall’allenatore. Questo i dirigenti paduini lo hanno capito da tempo e lo hanno messo in pratica chiamando prima Peppe Gurrieri, poi Massimiliano Vinti e adesso Guillermo Montes. Ma il vero obiettivo, anche se nessuno osa dirlo apertamente, è quello di arrivare in serie A con una squadra tutta formata da ragusani, dai giocatori all’allenatore.
L’inizio, a noi, sembra promettente.