Padua Ragusa, avanti così

20 in sette settimane. Tante sono le sedute che dall’otto di luglio, quella di stasera compresa, gli atleti del Padua Rugby Ragusa finora hanno sostenuto. E finalmente, per loro, dopo un mese e mezzo di atletica durante i quali i giocatori sono stati “spremuti” come limoni, adesso inizieranno a lavorare sulla velocità.
Il coach ibleo, Guillermo Montes, si dice soddisfatto per quanto fatto finora dai suoi ragazzi.
“Siamo a buon punto. Abbiamo completato la fase di carico, da ieri abbiamo iniziato a lavorare sull’anaerobica. Vediamo adesso come i ragazzi risponderanno in questi giorni e in base a questo tareremo il resto della preparazione. E dalla prossima settimana, con il rientro di chi finora ha lavorato o è stato in vacanza, inizieremo anche a lavorare sugli schemi di gioco e sulla tecnica».
Per potersi presentare al meglio per l’inizio del campionato, Montes ha chiesto alla dirigenza di poter giocare alcune amichevoli.
“In settembre vorrei disputare quattro amichevoli, in modo da essere veramente pronti per il 5 ottobre, quando saremo impegnati sul difficile campo del retrocesso Benevento. Giocare con degli avversari veri, seppur in amichevole, è fondamentale per acquisire il ritmo gara».
E la dirigenza paduina sta facendo di tutto per accontentare il proprio coach. Ciccio Schininà, team manager della squadra biancazzurra. “Abbiamo contattato sia la Nissa che il Cus Catania, società con le quali c’è un ottimo rapporto e che, in virtù del loro organico, sarebbero un ottimo banco di prova per la nostra squadra. Il problema è che sia i nisseni che i catanesi hanno appena iniziato la preparazione e dunque si deve trovare il modo per far coincidere sia le nostre che le loro necessità».
Ma il Padua, lo abbiamo detto tante volte, non è solo Serie B, e la dirigenza da sempre guarda con attenzione al settore giovanile, settore che proprio ieri, almeno per quanto riguarda le due Under maggiori, la 18 e la 16, ha ripreso ad allenarsi.
Il presidente del sodalizio ibleo, Vittorio Vindigni. “Ieri finalmente anche le nostre due Under hanno ripreso ufficialmente l’attività, anche se in realtà diversi atleti della Diciotto già da luglio si stavano allenando con la squadra Senior. In campo ho visto tanto voglia, forse perché i ragazzi arrivano da una stagione per certi versi entusiasmante, o forse perché, come me, anche loro sentono che quella appena iniziata potrà esserlo altrettanto, se non di più. A mio modesto parere, l’Under18 ha tutte le carte in regola per disputare un ottimo campionato, facendo al contempo da serbatoio e trampolino di lancio per la squadra Senior, mentre l’Under16, che l’anno scorso ha chiuso in crescendo, con gli innesti che sono arrivati dall’Under14, potrà puntare veramente in alto».
E poi c’è il Summer Camp, lo stage settembrino di minirugby, gratuito e aperto a ragazze e ragazzi dai 5 ai 14 anni.
“L’idea che ci ha spinti a promuoverlo è stata quella di dare un servizio alle famiglie, di fare da supporto a quei genitori che, rientrando dalle ferie e con le scuole ancora chiuse, sono alla ricerca di un attività interessante da far fare ai propri figli. Così ci siamo detti “perché non sfruttare questo periodo per dare una mano alle famiglie e in più divulgare il rugby nella nostra città anche ai più piccoli?”. Detto fatto, eccoci qui. Il Summer Camp si svolgerà al campo del rugby di via della Costituzione, dal primo al 9 settembre, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 12. La partecipazione è completamente gratuita e i ragazzi saranno seguiti da personale specializzato, oltre che dai nostri coach Guillermo Montes e Guido Farinelli, con quest’ultimo che vanta, scusate se è poco, ben tre presenze nella Nazionale Italiana di rugby. Per info e iscrizioni si può chiamare Rossana al 331-2531952 o presentarsi direttamente al campo».

L’articolo Padua Ragusa, avanti così sembra essere il primo su On Rugby.