Omofobia: da Del Piero a Pocock, lo sport australiano scende in campo

delpiero_omofobia

Ad agosto a Sydney si disputerà la Bingham Cup, il mondiale di rugby gay. Un evento discutibile, ma che è stato il volano per un accordo tra le Federazioni sportive australiane per una campagna congiunta contro l’omofobia. E non si parla di sport minori, anzi.

A unirsi, infatti, sono gli sport più amati e seguiti downunder, cioè l’Australian Rugby Union, la National Rugby League, l’Australia Football Union, la Football Federation of Australia e, infine, il Cricket Australia. Non solo i tre mondi ovali (rugby union, rugby league e australian football), ma anche il calcio e il cricket contribuiranno al successo dell’appuntamento iridato.

E per farlo in campo hanno fatto scendere i loro campioni più famosi e amati. Testimonial della campagna antiomofobia, infatti, saranno tra gli altri l’azzurro Alessandro Del Piero del Sydney FC, il campione di calcio locale Henry Kewell, i rugbisti David Pocock (a XV) e Paul Gallen (a XIII) e i cricketer Mitchell Johnson e Ryan Harris.

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter e @Google+

Omofobia: da Del Piero a Pocock, lo sport australiano scende in campo é stato pubblicato su rugby1823.it alle 13:30 di giovedì 10 aprile 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.