Movimento Italia, scendono in campo anche i tifosi organizzati

ph. Francesca Olivetti

Questo fine settimana si è svolto in Emilia un incontro tra le varie anime del tifo organizzato ovale italiano. Ecco il comunicato:

San Lorenzo in Collina (BO) – Nella giornata di Sabato 27 Settembre si è svolto il Primo Meeting Supporters Rugby Italiano. Dall’idea nata da una chiacchierata informale fra alcuni tifosi ha preso vita un incontro dal sapore quasi “storico” che ha unito attorno allo stesso tavolo delegazioni dei più importanti gruppi di tifoserie organizzate del Rugby di Eccellenza. Presenti i rappresentanti di: Ombre Nere (Padova), Posse Rossoblu (Rovigo), Miclàs (Viadana), Scudieri (Prato), Vecchio cuore neroverde (L’Aquila) e i Pacifici Tifosi (San Donà). L’unione fa la forza!
È necessario educare e creare una cultura rugbistica anche nel supporter di rugby, riportare le persone allo stadio per SUPPORTARE il proprio club locale. Il Campionato di Eccellenza deve essere la BASE su cui lavorare.
Oggi non c’è un ricambio generazionale fra i tifosi ed è necessario trovare nuovi stimoli per attirare pubblico di tutte le età, e spesso il forte riscontro di tifosi che ha la nazionale non si riversa nelle partite di campionato. La cultura rugbistica, anche nel tifoso, si crea con la continuità che solo i campionati possono dare. Un gruppo di tifosi organizzato può avere la forza sia mediatica che operativa per creare momenti di richiamo per i tifosi. Sinergie che devono essere condivise fra le varie tifoserie e con i giocatori, che sono il richiamo più forte per i tifosi.

Importante, a tal fine, è stata la presenza dell’Avv. Federico D’Amelio – Presidente di G.I.R.A. e di Ruggero Trevisan (Benetton Treviso) – rappresentante giocatori che sono intervenuti con entusiasmo a questo primo meeting. D’Amelio ha espresso la ferma volontà di GIRA e di tutti i giocatori a sostenere l’iniziativa dei tifosi con i propri rappresentanti e di creare dei tavoli di incontri su cui sviluppare insieme nuove idee per promuovere una nuova cultura rugbistica che parta dalla base.
A partire da questo incontro verrà formato un gruppo di lavoro, permanente ed attivo su più fronti, composto da rappresentanti di tutte le tifoserie, primi obiettivi trovare una forma associativa ed un nome sotto cui riunire tutti i supporters d’Italia. Verrà inoltre ideato e proposto un calendario di attività per richiamare tifosi vecchi e nuovi allo stadio.
La prossima edizione del meeting sarà a L’Aquila, ma già nelle prossime settimane ci saranno ulteriori incontri locali ed aggiornamenti, con l’intento di ampliare il già nutrito gruppo, coinvolgendo anche i rappresentanti dei tifosi di Calvisano, di Mogliano Veneto, delle squadre romane e delle due franchigie italiane in Pro12. E’ infatti prezioso il contributo di tutti e consentirà di raggiungere insieme gli obiettivi sin d’ora in vista.

L’articolo Movimento Italia, scendono in campo anche i tifosi organizzati sembra essere il primo su On Rugby.