Sono infatti 2.250.000 i biglietti attualmente venduti, pari al 95% del totale dei tagliandi messi in vendita per seguire i Mondiali allo stadio. Tutto esaurito per la fase a eliminazione diretta (dai quarti alla finale, ndr.), mentre per la fase a gironi restano disponibili anche alcune migliaia di biglietti per alcune partite, tra cui Italia-Francia.

E se allo stadio verrà stracciato il record di “Francia 2007”, in televisione il successo sarà anche maggiore. Secondo i dati degli organizzatori, infatti, potenzialmente verranno raggiunte ben 772 milioni di abitazioni in tutto il globo, con 103 emittenti ufficiali che trasmetteranno i Mondiali in ben 209 Paesi. Di queste 43 sono emittenti in chiaro che trasmetteranno 23mila ore di rugby (erano state 15mila nel 2011).

Il tutto cui vanno aggiunte le coperture video e news sui social network e sui canali digitali, mentre Bernard Lapasset ha sottolineato come “la nostra strategia ha favorito una forte copertura in chiaro, anche rispetto ad accordi più lucrativi con le pay tv, in mercati strategici come India, Brasile, USA e Cina”.