Milano: Vigorelli senza rugby, ora è ufficiale

vigorelli_bocciato

Il velodromo milanese verrà solo restaurato e il terreno di gioco non può ospitare il rugby.

Il bluff è finito, ora tutti felici e contenti e con nove milioni di euro di tesoretto. Il Comune di Milano, dopo i proclami degli ultimi anni, rinuncia a continuare la battaglia per portare avanti il progetto di ristrutturazione del Vigorelli, accetta il “piano B” e si limiterà a dare un riverniciata al velodromo abbandonato da anni.

Bocciato dalla Sovraintendenza il progetto che aveva vinto il bando (e che potete vedere nel render qui sopra), e che prevedeva una profonda ristrutturazione dell’impianto, si salva la pista di ciclismo (che verrà rifatta), si sistemerà il tetto, si darà una passata di vernice e tutti felici e contenti. Il tutto per “soli” 5 milioni di euro, molti meno rispetto ai 14 previsti per la ristrutturazione originale e, così, la Giunta Pisapia si ritrova anche un bel tesoretto “privato” di 9 milioni, che ancora non è dato sapere come verrà speso.

LEGGI ANCHE: Rugby a Milano: Vigorelli, presentato il progetto (per portare le Zebre?)

I tempi per risistemare il Vigorelli sono preannunciati in circa 3 anni (sigh, all’estero in tre anni ti costruiscono tre stadi ex novo, altro che riverniciatura!) e, alla fine, il velodromo verrà utilizzato da ciclismo, football americano e, forse, altri sport. Di sicuro non il rugby che, così, a Milano resta senza un impianto degno di questo nome. Ma cosa importa, l’importante per questa giunta è mettere un paio di H in giro per i parchi milanesi e pretendere di essere attenti al rugby.

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+ e Pinterest

Milano: Vigorelli senza rugby, ora è ufficiale é stato pubblicato su rugby1823.it alle 09:45 di mercoledì 07 maggio 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.