Leonardo Ghiraldini ringhia e graffia già come un Tigers

ph. Alessandra Florida

“I want to be a better player so I love the challenge that there is here”. E’ forse questo il cuore della prima intervista “inglese” rilasciata da Leonardo Ghiraldini al Leicester Mercury, il quotidiano più vicino ai Tigers, la nuova squadra dell’ex Benetton Treviso.
Tigers che nel suo ruolo contano su uno dei migliori giocatori del mondo, Tom Youngs, ma Leonardo non è persona da farsi spaventare: “Ogni grande club ha diversi buoni giocatori. Se vuoi far parte di una squadra così devi confrontarti con dei grandi giocatori. Se vieni qui sai che è così, sai che devi lavorare duro, ma a me piace. Mi piace lavorare duro”.
Poi chiosa: “Tutti i giocatori dovrebbero avere la volontà di migliorarsi. Ogni mattina quando vado al campo io voglio migliorarmi in ogni aspetto del gioco”.
Ghiraldini, che è arrivato ai Tigers in compagnia di Michele Rizzo, Robert Barbieri e Christian Loamanu, chiude con una battuta: “Sono qui da 10 giorni ed è sempre stato bello. Mi dicono che la pioggia arriverà presto ma non mi importa perché io sono qui per il rugby non per il meteo”.

L’articolo Leonardo Ghiraldini ringhia e graffia già come un Tigers sembra essere il primo su On Rugby.