Leinster, le mani sul Pro12. Glasgow pronta allo scherzetto celtico

ph. Sebastiano Pessina

Il Leinster è più forte, più abituato a giocare certe partite e ad affrontare certe tensioni. E poi c’è da salutare come si deve Brian O’Driscoll e Leo Cullen che al termine di questa partita lasceranno il rugby giocato. Però di fronte hanno una squadra che sa giocare bene, che si è dimostrata atleticamente brillante nelle ultime settimane e che soprattutto ha poco da perdere. I Warriors di Glasgow arrivano in finale per la prima volta e sanno che possono fare la loro Storia e che hanno le carte in regola. Sarà una bella gara, probabilmente più equilibrata di quanto non ci si possa apettare.

Leinster: 15 Rob Kearney, 14 Fergus McFadden, 13 Brian O’Driscoll, 12 Gordon D’Arcy, 11 Zane Kirchner, 10 Jimmy Gopperth, 9 Eoin Reddan, 8 Jamie Heaslip (c), 7 Shane Jennings, 6 Rhys Ruddock, 5 Mike McCarthy, 4 Devin Toner, 3 Mike Ross, 2 Sean Cronin, 1 Cian Healy
Riserve: 16 Aaron Dundon, 17 Jack McGrath, 18 Martin Moore, 19 Leo Cullen, 20 Sean O’Brien, 21 Isaac Boss, 22 Ian Madian, 23 Darragh Fanning

Glasgow Warriors: 15 Peter Murchie, 14 Sean Maitland, 13 Alex Dunbar, 12 Peter Horne, 11 Tommy Seymour, 10 Finn Russell, 9 Chris Cusiter, 8 Josh Strauss, 7 Chris Fusaro, 6 Rob Harley, 5 Jonny Gray, 4 Al Kellock (c), 3 Jon Welsh, 2 Dougie Hall, 1 Gordon Reid
Riserve: 16 Pat MacArthur, 17 Ryan Grant, 18 Moray Low, 19 Tim Swinson, 20 Leone Nakarawa, 21 Niko Matawalu, 22 Ruaridh Jackson, 23 Sean Lamont

L’articolo Leinster, le mani sul Pro12. Glasgow pronta allo scherzetto celtico sembra essere il primo su On Rugby.