Le ragazze del Rugby Mantova quarte al Memorial Petternella di Rovigo

unnamed (1)

Ottimo quarto posto per le ragazze del Rugby Mantova al Memorial Petternella, giocato al Battaglini di Rovigo, che si presentano in campo indossando la nuova muta da gioco. Il torneo si gioca in uno degli stadi più affascinanti del rugby italiano e l’elenco delle partecipanti è di tutto rispetto. Le 11 squadre vengono divise in due gironi, le mantovane affrontano nell’ordine Prato, Imola, Benetton Treviso e Vicenza, mentre nell’altro girone invece inserite le campionesse d’Italia del Colorno, Verona, Lodi, Bologna, Cogoleto e le croate dello Zagabria.
Le virgiliane partono subito forte, dominano il Prato e chiudono l’incontro sul 31 a 0.
Secondo impegno più ostico con l’Imola, il Mantova viene messo alla prova dal punto di vista fisico e difensivo ma la risposta è di quelle da squadra vera, placcaggi efficaci, difesa aggressiva e pressione sui punti d’incontro consentono di limitare ad una le mete incassate, mentre le marcature di Verini e Ceccardi (trasformate da Ceccardi) consentono di chiudere il match sul 14 a 5.
Il terzo incontro del girone vede la sfida con la Benetton Treviso (che poi vincerà il titolo battendo in finale il Colorno 45 a 7). Le venete sono forti, esperte e possono schierare due colonne della nazionale azzurra come Michela Este e Flavia Severin. Le giovani biancorosse accusano troppo la pressione e l’inizio è da brividi, con 3 mete subite in poco più di un minuto. Anche in questo caso arriva la reazione con la meta di capitan Ceccardi che accorcia le distanze e riequilibra il match. Solo all’ultima azione la Benetton segna un’altra meta, chiudendo a 22 a 5.
Ultimo impegno contro il Rangers Vicenza, fresche semifinaliste della Coppa Italia della passata stagione. Le mantovane riprendono da dove avevano lasciato con gioco veloce nello spazio e difesa aggressiva e il risultato finale 17 a 7 è forse troppo stretto per le biancorosse.
La classifica finale vede il Rugby Mantova al quarto posto, con il podio che sfugge per un soffio a favore del Verona per differenza tra punti fatti e subiti.
Evoldi: “Sono molto soddisfatto della mia squadra. Oggi abbiamo messo in pratica quanto allenato nelle ultime settimane. Gioco al largo, passaggi di qualità e difesa efficace ci hanno permesso di esprimere un rugby divertente, sia da giocare che da vedere. Oggi per regolamento ho dovuto limitare a 12 il numero delle ragazze convocate, e tutte le presenti hanno dimostrato di essersi guadagnate appieno la possibilità di essere qui. Peccato per l’inizio sottotono nella partita contro la Benetton, le ragazze hanno pagato l’emozione di giocare contro una delle formazioni storiche del rugby italiano ma la reazione che hanno avuto durante il match è stata all’altezza dell’impegno. Vorrei sottolineare come oggi avessimo in campo due ragazze dell’Under 16, Elena Pippa e Meryem Boutere, che erano all’esordio con le seniores e hanno dimostrato coraggio, qualità e voglia di far bene. Spendo una parola anche per Virginia Sodano, una delle ultime arrivate nella passata stagione, che oggi finalmente ha messo in campo grinta e una buona attitudine al placcaggio, salvando in più di un’occasione marcature quasi fatte. Il lavoro è tanto, ma la rosa delle giocatrici di qualità a disposizione dello staff continua ad aumentare e in un’ottica futura questo non può che darci fiducia. Oggi avevamo di fronte le migliori squadre di rugby a 7 d’Italia e abbiamo dimostrato di poter competere anche noi. Gli errori nell’approccio alle partite sono da mettere in preventivo vista la giovane età media delle ragazze ma lo sviluppo passa anche da queste tappe, e su questo continuiamo a lavorare”
Rugby Mantova:
Bergnucchini, Boutere, Caleffi, Ceccardi, Guariglia, Maestrini, Morra, Parma, Pippa, Rizzardelli, Sodano, Verini
All. Evoldi