L’Amatori Rugby Taranto resiste sessanta minuti al Monopoli

Il risultato poteva sembrare scontato, ma un’Amatori che non ti aspetti ha dato vita ad una piacevole prova di orgoglio. I “Polpi” hanno dovuto attendere il 61′ per sbloccare la partita; sino a quel momento i ragazzi guidati da mister La Gioia, erano riusciti ad imbrigliare i verdi del Monopoli. La non ottimale condizione fisica e la panchina corta hanno fatto si che, quando il Monopoli ha deciso di incidere in maniera più fisica nei punti di incontro, si aprisse una ferita irricucibile nella eccezionale, sino a quel momento, difesa tarantina.

I primi minuti sono stati equilibrati, il “sacking” ben fatto e lo schema ridotto nelle touche hanno funzionato. La mediana del Taranto è incisiva, forse, D’Andria in più di un’occasione si ostina a cercare il varco nelle maglie degli ospiti, ignorando degli ottimi sostegni. Al 18′ grazie ad un calcio trasformato dal solito Maldarizzi il Taranto va in vantaggio 3 a 0. Chi si aspettava un Monopoli arrembante e alla ricerca del gioco rimane deluso. La riscossa nasce e muore con una meta frutto non di una bella azione corale, ma di un episodio favorevole che ha messo il centro ospite nella condizione di andare indisturbato a depositare l’ovale al centro dei pali. Facile al 27′ la trasformazione. Il Taranto per recuperare ci ha messo tutto il cuore ed una straordinaria attenzione nei punti di incontro. L’arbitro ha privilegiato il gioco pulito ed i rossoblu sono riusciti a guadagnare metri grazie a punizioni calciate direttamente in touche o a “veloci” che sfruttano le rapide ripartenze degli avanti particolarmente reattivi. Maldarizzi accorciava proprio al 40′ per il 6 a 7 finale di primo tempo.

Sino al 55′ non cambia il copione della partita. È il Taranto a dettare i ritmi ed il Monopoli a non riuscire a venirne a capo. I padroni di casa tornano in vantaggio. Ennesimo fallo dei monopolitani e ancora Maldarizzi porta il Taranto in vantaggio per il 9 a 7. Da questo momento in poi il Monopoli la mette giù pesante e, grazie ad una condizione fisica davvero invidiabile, inizia a macinare gioco, a volte anche un po’ sporco. Al 61′, in occasione della seconda meta trasformata degli ospiti, si infortuna Maldarizzi. La Gioia sfrutta l’ultimo cambio a disposizione ridisegnando la squadra. Terminano in riserva gli ionici che pagano il tanto correre. L’ottima condizione fisica premia il Monopoli che negli ultimi 20 minuti di mete ne mette a segno altre 4 di cui 3 trasformate per il 9 a 40 finale.

Gli adriatici hanno sicuramente meritato il punteggio ampio però non può offuscare la buona prova del Taranto che gli ha tenuto testa per 3/4 di gara, infatti i verdi monopolitani non hanno mai nascosto il desiderio del salto di categoria.

Per l’Amatori Taranto: Costantini, Pellegrino, Patronelli, Maldarizzi (dal 61′ De Florio), Piergianni, D’Andria, Piccione, Monaco, Acquaviva, Mantellini, Ancarola, Amico, Siciliano ( dal 41′ Catapano), Scavo, Caricasole.

All. La Gioia

Arbitro: Sig. Calabrese di Campi Salentina (LE)