Italia con un unico risultato possibile. Quale XV per battere il Giappone?

ph. Sebastiano Pessina

Sarà una di quelle partite in cui l’espressione “al di là del risultato” avrà poco senso. Già, perché contro il Giappone di Eddie Jones per la banda Brunel sarà fondamentale prima di tutto trovare la vittoria, per tornare ad avere confidenza e placare, almeno in parte, i malumori. Chiaro che l’aspetto più importante agli occhi dello staff tecnico è il gioco, ma ci sono situazioni in cui questo conta relativamente. Tornare dal tour nel Pacifico con tre sconfitte in altrettante partite significherebbe di fatto non riuscire a vedere la luce in fondo al tunnel, a circa un anno dalla Coppa del Mondo.

Quale Italia sceglierà Jacques Brunel per la sfida contro i nipponici? Dopo aver schierato un quindici tendenzialmente più “tradizionale” contro Fiji e un quindici più “libero” contro Samoa, questa potrebbe essere l’occasione per testare alcune coppie.
In mezzo al campo Garcia ha recuperato e sarà della partita, ma schierare Masi insieme a Campagnaro potrebbe essere una scelta più che legittima oltre che molto interessante dal punto di vista del gioco. In mediana contro Fiji sono stati schierati Palazzani e Orquera, una settimana più tardi Tebaldi e Allan. Difficile dire chi scenderà in campo, anche se si potrebbe ipotizzare il duo Tebaldi -Orquera, anche in vista del Mondiale, ma siamo pronti ad essere smentiti. Furno è recuperato e dovrebbe essere in campo, a formare una terza linea, che dovrà fare a meno di Derbyshire, con Bergamasco e uno tra Vosawai e Barbieri. In seconda linea sovrebbero esserci Geldenhuys e Bortolami, mentre lì davanti Cittadini, Ghiraldini e De Marchi dovranno dimostrare che contro Samoa la mischia ordinata è stata davvero “un incidente”, come detto Brunel nei giorni scorsi.
E voi cosa ne pensate? Quale quindici mandereste in campo per sfidare il Giappone?

L’articolo Italia con un unico risultato possibile. Quale XV per battere il Giappone? sembra essere il primo su On Rugby.