Iscrizione all’Eccellenza, ultime ore. Cavalieri Prato appesi a un filo

ph. Daniela Pasquetti

Un paio di giorni scarsi. Il 10 di luglio scadono i termini entro cui i club di Eccellenza devono presentare la documentazione per potersi iscrivere alla stagione 2014/2015 e purtroppo anche quest’anno ci sono situazioni economicamente e finanziariamente difficili, cosa questa che ormai si ripete con preoccupante regolarità, tanto ormai da non stupire più nessuno.
Calvisano, Rovigo, Mogliano, San Donà, Fiamme Oro e Lazio pur non navigando nell’oro – ma c’è qualcuno che lo fa? – non hanno problemi. Per Viadana a un certo punto dopo l’annuncio dell’addio di Melegari si era parlato addirittura di una ripartenza dalla Serie C, poi una nuova cordata ha rilevato società e titolo sportivo e il club giallonero sarà regolarmente ai nastri di partenza del massimo campionato italiano, anche se gli obiettivi dei lombardi saranno inevitabilmente rivisti al ribasso.
Nelle ultime settimane si sono diffuse voci di presunte difficoltà del Petrarca Padova e qualche problema negli ultimi tempi c’è effettivamente stato, ma secondo le informazioni in mano a OnRugby sarebbe molto limitato, riferito all’ultima mensilità dell’annata appena conclusa, con le incombenze fiscali di fine stagione che sono comunque state tutte estinte senza alcun problema. Un intoppo momentaneo insomma, che la società bianconera dovrebbe risolvere in queste settimane, una difficoltà estemporanea per una società che finora si è sempre distinta per una condotta in linea con le sue possibilità in un mondo che in questi anni ha visto parecchio di peggio. O così sembrerebbe.

Fino a qualche settimana fa destava preoccupazione anche la situazione de L’Aquila, con il club neroverde che purtroppo da diversi anni è un habitué di queste difficoltà. Anche qui però si è trovata una soluzione simile a quella di Viadana, con una cordata che ha rilevato club e titolo sposrtivo. L’Aquila non è fuori dalla palude ma il più sembra fatto e si iscriverà. Nella città abruzzese in queste ore si sta cercando di dar vita anche a una forma di azionariato popolare per dare una mano ai nuovi proprietari.
La nota veramente dolente è Prato, con i Cavalieri che nel momento in cui scriviamo rischiano seriamente di non farcela, secondo alcuni la vera sopresa sarebbe anzi l’iscrizione del club toscano. Le casse sono vuote, i giocatori lamentano i mancati pagamenti di diverse mensilità e in molti se ne sono già andati: situazione molto simile a quella di 12 mesi fa ma quest’anno non ci sono i contributi per la partecipazione alle coppe europee. Il ds Gabriele Lai nelle ultime settimane ha messo in piedi una cordata disposta a rilevare il titolo sportivo ma ancora a ieri sera non ha avuto risposte dal presidente Fabrizio Tonfoni. Cosa succederà? Il buon senso dice che i Cavalieri non prenderanno parte al torneo ma in queste settimane proprio Tonfoni ha mantenuto il massimo riserbo e non si conoscono le sue intenzioni.

Il 10 di luglio è ormai alle porte, il Consiglio Federale prenderà poi le sue decisioni. Ci piacerebbe non doverci più trovare a scrivere un articolo così tra un anno ma la storia delle ultime stagioni ci racconta il contrario. Questa comunque è un’altra storia.

L’articolo Iscrizione all’Eccellenza, ultime ore. Cavalieri Prato appesi a un filo sembra essere il primo su On Rugby.